Autore Topic: NUOVA INTHOPIA 1: la Manifattura "ecclesiale" di Chiaravalle  (Letto 43646 volte)

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1687
    • Mostra profilo
    • E-mail
http://www.mitspa.it/index.php/i-nostri-prodotti

++++++++++++++++++++++++++++++++++
Bon, torno a concentrarmi sul mio kanzoniere con questa autentica bomba, la manifattura marchiciana dello Stato Pontificio-e non solo-che produce autonomamente sigarette con tabacco italiano al 100%, specificando che lo fa ORGOGLIOSAMENTE.

Ho due pacchetti, con specificato Burley-Virginia (Beige) e solo Virginia (Verde)... presenza di motivi solari e floreali, scritte anti fumo e avvertenze sulla nocività del tabacco anche non additivato, non mancano, ovviamente, ma tutto qui ci parla d'una marcia indietro, di tutela territoriale, di storia, di filiera breve, di chiesa, di voglia di comunicare... l'Economia si è accorta che non può falcidiare sta roba, e il trinomio liberalizzazione salutizzazione delocalizzazione è già in atto....

.... meno male che Inthopia va avanti da sola, ci sono autostrade solo a volerlo... se no, ad aspettà sti toscanacci, quello tace, l'altro scureggia ;D, ma VVB :-*

Ci aggiorniamo tra un po' :)
p
« Ultima modifica: 11 Maggio 2013, 09:27:35 da Nic Salamandra »
siamo inthopici fino in fondo

Offline Arnaldo da Brugges

  • Grande Eletto del Bocchino Sacro
  • *****
  • Post: 138
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:le Sigarette Ecologiche di Chiaravelle
« Risposta #1 il: 21 Marzo 2013, 09:11:41 »
Fico, ogni tano esce qualcosa d'interessante. Sembra che si stiano ponendo le basi per ottenere qualcosa a cui lavoriamo da tempo. Singole iniziative che potrebbero sfociare in un risultato attendibile. Guardate pure questo, non c'entra niente in apparenza, ma fa accedere a realtà italiane tutte da godere in un'ipotetica declinazione pipesca:

http://dittuttocamillocatellaniteramo.blogspot.it/2011/10/tabacco-da-fiuto-che-passione.html

Dàmose da fa', come diceva Papa Woytila, e facciamoci sentire.

A proposito, io non ho ancora capito molto dell'attuale cosmologia produttiva italiana, mi fate una panoramica?

E che fine hanno fatto le passate redivive sigarette Tre Stelle e Giubek?


Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1687
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:le Sigarette Ecologiche di Chiaravalle
« Risposta #2 il: 21 Marzo 2013, 09:23:44 »
MitSPA, Manifattura Italiana Tavacchi Società Per Azioni... Quasi come Francesco al Soglio, Grasso a Palazzo Madama, siamo alla liberalizzazione.

Allora, RIC

la Manifattura del Sigaro Toscano (Maccaferri), privato con esclusiva ma ritengo non più (Amazon, De Medici cominciavano ad insegnare), fa: Toscani, Toskanelli in tutte le salse, e i PEDRONI, prima "Brissago". Poi, Italia, Forte, Comune etc...

La BAT (o ATC ITALIA): dopo aver prelevato il Monopolio e la Manifattura ETI e fatti anche i Toscani, ha tenuto le sigarette italiane (meno queste e le Linda e non so che altro) e proposto i De Medici, appoggiandosi però a una manifattura dominicana.

Altro libero imprenditore fa gli Amazon (fermentandoli e manifatturandoli in Perù).

Questa MITSPA è l'erede d'una antica (1759) manifattura pontificia, che nei secula seculorum è stata inglobata nei vari trust demaniali-multinazionali e che ora si dice LIBERA (s.p.a., rivendicare storia autonoma, etc...).

Gli ho già scritto.... CE SEMO!!!!!!!!!!!! :o ;D
« Ultima modifica: 21 Marzo 2013, 09:55:30 da Borpa »
siamo inthopici fino in fondo

Offline Arnaldo da Brugges

  • Grande Eletto del Bocchino Sacro
  • *****
  • Post: 138
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:le Sigarette Ecologiche di Chiaravelle
« Risposta #3 il: 21 Marzo 2013, 09:57:15 »
Gli ho già scritto.... CE SEMO!!!!!!!!!!!! :o ;D

... DISSE L'ORBO AR CECO, E ER CECO SCESE ...

Mi sto sleccazzando i baffi. Già mi vedo davanti agli occhi un meraviglioso trinciato 1759 con impresso il simbolo papale con le due chiavi-pipe intrecciate ...

Composizione: Spadone, Brasile lecccese, Sun di Spagna ...

Offline Arnaldo da Brugges

  • Grande Eletto del Bocchino Sacro
  • *****
  • Post: 138
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:le Sigarette Ecologiche di Chiaravalle
« Risposta #4 il: 21 Marzo 2013, 10:07:02 »
... Moro di Cori, Zenziglio sardo, Santa Giustina, Sant'Antonino (da Sacasazza) ...

Offline santi bailor

  • Cavaliere del Curapipe di bronzo
  • *****
  • Post: 383
    • Mostra profilo
    • ao
Re:le Sigarette Ecologiche di Chiaravalle
« Risposta #5 il: 21 Marzo 2013, 11:30:41 »
... Moro di Cori, Zenziglio sardo, Santa Giustina, Sant'Antonino (da Sacasazza) ...
C'è anche antonino da brera,  morto a luogo daccui  par ch'elli giunga.
Par ch'ello tutto di pippe conosca e talvolta pur esperto par nell'elle, talvolta danneggiate, riparar.
Par ch'ello daggiovine ebbe a trascorrer et dileggiar tra sgargianti pulzelle lungo la senna, ingerendone talvolta  umpò!
Pareva allora che tonasse e si recava dunque ratto  a monparnasse, pieno c'omera di gasse!
Di certo ello volpe vole apparir all'occhio attento, giacchè solito postar è di pippe prestiggiose rimediate, tra bulevardesse e piazzette, presso sprovveduti barrocciai.

HMCIM

Onofrio del Grillo

  • Visitatore
Re:le Sigarette Ecologiche di Chiaravalle
« Risposta #6 il: 21 Marzo 2013, 11:46:41 »
Ma anche Liberté Toujours il gallo cantava -sur-le-rives-de-la-Seine-mon-amour-dans-le-bateau-mouche.
Quando un tempo a filiera corta di tipo ecclesiale.

Offline santi bailor

  • Cavaliere del Curapipe di bronzo
  • *****
  • Post: 383
    • Mostra profilo
    • ao
Re:le Sigarette Ecologiche di Chiaravalle
« Risposta #7 il: 21 Marzo 2013, 12:38:38 »
Ma anche Liberté Toujours il gallo cantava -sur-le-rives-de-la-Seine-mon-amour-dans-le-bateau-mouche.
Quando un tempo a filiera corta di tipo ecclesiale.

un gallo, bisc'otto pavesino, d'azione e presenza, prima ch'abbi a cantare, ovviamente; ma senpre eticamente posto tra-scorrere-et-dileggiar  anche dans le bateau mouche, ma non necessariamente. d'altronte la giovinezza provoca dolorose domande e freguenti inquietudini!
HMCIM

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1687
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:le Sigarette Ecologiche di Chiaravalle
« Risposta #8 il: 21 Marzo 2013, 12:41:57 »
Quando un tempo a filiera corta di tipo ecclesiale.

 :D è un po' che leggo a presa pel k. mie terminologie, tra ragionamenti che paiono confondere natura composita (comparazione, analogia, humor per fortuna volntario etc.) e sconclusionatezza.

Circa la prima cosa, nominare il non nominato- non distinto, riuscendo con una formula che strania pur risultando esatta, è quanto prova a fare-magari male- chi si occupa di poesia, mai sentendosi una perla e mai chicchessia un porco, o qualsivoglia luogo un porcile, avendo rispetto per la lingua e gli interlocutori-volontari e non obbligati- sempre e comunque.

Circa la seconda cosa, capisco che non si riesca ad attaccare più nemmeno il tacco alla scarpa, ma è solo con i collegamenti tra le cose che queste semplicemente si pensano, e  per unire poesia ed artigianato, ad esempio, non occorrono i Sistemi di un tempo (per carità, l'unità del Pensiero), ma semplicemente considerare entrambe le cose, per quello che sono... con guadagno per entrambe, forse.

Comunque sto allo sgocciolo, come ampiamente previsto dopo il giusto onore a questo splendido posto, ed  ad amici carissimi che qui e altrove mi saranno sempre più cari :)
siamo inthopici fino in fondo

Onofrio del Grillo

  • Visitatore
Re:le Sigarette Ecologiche di Chiaravalle
« Risposta #9 il: 21 Marzo 2013, 13:06:48 »
Quando un tempo a filiera corta di tipo ecclesiale.

 :D è un po' che leggo a presa pel k. mie terminologie...

Quando la terminologia entra efficacemente nel linguaggio pensato, poichè riconosciuta descrittiva del reale, perde i connotati del "mio" e del "tuo" per divenire collettiva del "nostro" rapportandosi non più ad un asfittico contesto autoreferenziale ma affermandosi piuttosto nel più ampio universo intopico.

rais

  • Visitatore
Re:le Sigarette Ecologiche di Chiaravalle
« Risposta #10 il: 21 Marzo 2013, 14:14:13 »
egli fumò di tutto fino a quando le disser di smettere, ebbe molta paura e riprese le pipe in soffitta e prima che il gallo catantava le fumò tre volte, ma conobbe i soliti pirla e di li a poco la scalata al successo fu breve, beato e buona Pasqua a chi ci crede.

Offline santi bailor

  • Cavaliere del Curapipe di bronzo
  • *****
  • Post: 383
    • Mostra profilo
    • ao
Re:le Sigarette Ecologiche di Chiaravalle
« Risposta #11 il: 21 Marzo 2013, 14:23:03 »
Quando un tempo a filiera corta di tipo ecclesiale.

 :D è un po' che leggo a presa pel k. mie terminologie...

Quando la terminologia entra efficacemente nel linguaggio pensato, poichè riconosciuta descrittiva del reale, perde i connotati del "mio" e del "tuo" per divenire collettiva del "nostro" rapportandosi non più ad un asfittico contesto autoreferenziale ma affermandosi piuttosto nel più ampio universo intopico.

qui entra in gioco l'armonia prestabilita e il rapporto quasi osmotico tra monadi e la realtà esterna, convergo dunque sulla fisiocrazia-della-favella; da ciò una sporta di prodotto netto, riallacciandomi sensibilmente alla transizione da buon cibo a merda, fagocitato a caglio in maglio da fameliche bocche aselettive.
viene in mente la gina e la bella estate, quel poco che è tutto, nella luce fremula della svogliata balera a mezzanotte.
signori tutto è daffare, prima che il gallo habby a cantare!




HMCIM

rais

  • Visitatore
Re:le Sigarette Ecologiche di Chiaravalle
« Risposta #12 il: 21 Marzo 2013, 14:28:06 »
spero che quel gallo possa fare a fini i pacchiotta perchè di lì al buon formaggio caglio non avrebbe lunga strada, crisi che avanza e radica da buttar

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1687
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:le Sigarette Ecologiche di Chiaravalle
« Risposta #13 il: 06 Maggio 2013, 10:04:56 »
Risposta del Responsabile Marketing... slittante ma molto accurata nell'attestare attenzione e monitoraggi. Noi siamo qui, grazie all'Azienda per questo atteggiamento, che è già Inthopia. Difficile allo stato programmare e investire, perché altre congiunture sono assolutamente dis-thopiche; ma le energie le potenzialità e "i segni" sono quelli delle Svolte ;)
++++++++++++++++++++

Gentile (....)

La ringraziamo per la Sua richiesta e per l’interesse dimostrato per il Made in Italy e per le nostre sigarette CHIARAVALLE 100% tabacco naturale senza additivi.

Al momento, non abbiamo in portafoglio alcun trinciato da Pipa seppur siamo molto interessati alle evoluzioni del “fumo lento” nel nostro Paese.

Quando e se decideremo di approfondire questo ambito, La terremo sicuramente in considerazione in qualità di esperto.

Cordiali Saluti.

Giacomo Montinaro
Responsabile Marketing
« Ultima modifica: 06 Maggio 2013, 10:06:52 da Nic Salamandra »
siamo inthopici fino in fondo

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1687
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:le Sigarette Ecologiche di Chiaravalle
« Risposta #14 il: 07 Maggio 2013, 11:50:43 »
Per non costringere ad aprire il link sulla Azienda in questione, copincollo questi struggenti dati storici... a parte che termini come "tabacco ecclesiale" ed "inthopia" paiono davvero attagliati a questo giro di compasso tra passato glorioso ed auspicato Futuro, notisi come le sigarette ovviamente si siano inserite dopo... e in particolare, si presti attenzione sullo "Scaglietta Rossa per Pipa", prodotto fino al 1964, di cui non sapevo assolutamente nulla e di cui nel web mancano le desiderabili delucidazioni.... Qualcuno ne sa qualcosa? Forse, fumatori anziani come Onofrio" possono darci qualke ragguagliho ;D
+++++++++++++++

L’attività produttiva svolta dai Cistercensi, che non potevano vivere entro o vicino un centro abitato, permise un insediamento stabile e ricco rispetto alla zona circostante e, insieme alla tabacchicoltura, diede un forte impulso allo sviluppo di Chiaravalle. Il “SUN DI SPAGNA”, il più famoso tabacco da fiuto nato a Chiaravalle e prodotto fino agli anni ‘90 del secolo scorso, i sigari, anche del tipo “Toscano”, la cui lavorazione iniziò nel 1833 e proseguì fino al 1969, lo

 “Scaglietta rossa” per pipa, fabbricato fino al 1964


hanno dato a Chiaravalle e alla zona circostante uno sviluppo tale da permettere la nascita di un indotto e di altre attività artigianali e industriali.
La Manifattura era il vanto dello Stato Pontificio tanto che nel 1841 Papa Gregorio XVI, di ritorno da Loreto, andò a visitarla. Nel 1860 passò sotto il Regno d’Italia. Nel 1861 a Firenze, in occasione della prima Esposizione del Tabacco dopo l’Unità d’Italia, furono premiati sia il suo tabacco da fiuto sia i suoi sigari. Risalgono al 1873 le prime prove per la produzione delle sigarette. Nel 1881, allo scopo di aumentare la produttività, venne ampliato il laboratorio di bagnamento e di stendaggio dei sigari.
Nel XIX secolo, la Manifattura diventa punto di riferimento economico - lavorativo ed emblema della operosità della comunità cittadina, soprattutto grazie al lavoro delle sigaraie, le operaie che erano impiegate presso la fabbrica.
Ma la vera e propria attività ‘in serie’ cominciò nel 1922, con la produzione delle Macedonia, e proseguì nel 1935, con i sigaretti Roma sotto l'Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato.
Durante la seconda guerra mondiale, la Manifattura subì ingenti danni e fu necessaria un’opera di ripristino che comportò anche un ulteriore sviluppo dell’intero complesso fino agli anni ‘80. Nel 2007, dopo la privatizzazione del sistema produttivo dei tabacchi del Monopolio, il complesso viene acquisito da MIT Spa per tornare ad essere il punto di riferimento italiano nella produzione manifatturiera del tabacco lavorato di qualità.
Manifattura Italiana tabacco Spa è oggi una realtà aziendale unica, fondamentale per la valorizzazione del territorio marchigiano e per lo sviluppo del Made in Italy a livello internazionale. 

 
MANIFATTURA ITALIANA TABACCO S.p.A. - P. IVA 02339320422

 
 
..
siamo inthopici fino in fondo