Autore Topic: La scoperta di Milano  (Letto 1024 volte)

Offline Ramon

  • Gran Maestro Charatanico
  • *****
  • Post: 579
    • Mostra profilo
    • fumodipipa.it
Re:La scoperta di Milano
« Risposta #15 il: 03 Aprile 2018, 21:38:20 »
Che lo stile adeguato abbinsogni di cravatta lo trovo chitch ma questo è secondario. ...

"Lasciateci soffocare nella nostra irrinunciabile eleganza" come ebbe a dire una persona che mi è cara.  ;D
Io un po' la penso come Cristiano nel senso che sono anch'io dell'opinione che un contorno "di stile" alla pipa in negozio faccia bene, ma la cosa più importante è che il tutto sia naturale e disinvolto e non forzato-dovuto-scontato. Insomma: non è come entrare in banca, no? E proprio per questo negozi come Noli (internazionali per ubicazione e praticamente "industriali" per numero di passaggi davanti alle vetrine) alla fin fine restituiscono (a me) meno calore e colore di un tabaccaio-negoziante che ci tenga a presentarsi "bene" pur nel suo piccolo negozio di provincia; l'inaspettato signore (in estinzione) a cui una pipa, se ne ha di mio gusto, la compro sempre volentieri anche grazie alla cornice che magari mi ha stimolato a guardare dentro i suoi cassetti. Sarà anche per questo che trovo, viceversa, le bancarelle delle fiere della pipa veramente tristi, al confronto; quelle si davvero senza alcuna poesia.
Il mio blog: www.fumodipipa.it

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1578
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:La scoperta di Milano
« Risposta #16 il: 03 Aprile 2018, 21:58:49 »
Dico la mia su Noli in base a quello che è...Forse  è l allocazione industriale come dice Baffo che conduce a una relativa "democrazia"  non forse per  mera scelta signorile rispetto a chi sa e adotta la psicologia che induce a far spendere per non sentirsi da meno come se l acquisto debba contemplare un plus valore come l accesso a una fila avanzata di teatro...La mancanza di questo dato rapace e cafone che bene ho conosciuto dalle mie parti ma taccio perché potrei ormai riferimi a passato remoto e trapassati remoti, mi ha ben disposto su Noli ripeto per quello che è
e cioè un luogo storico che cmnq nulla ha a che vedere con le mie corde...cmnq l aristopipismo non è passato...Se pure mutato è anzi il tratto che meglio si è riciclato nel "nuovo"...
« Ultima modifica: 03 Aprile 2018, 22:03:27 da Nic Salamandra »
siamo inthopici fino in fondo

Offline NCH

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1371
    • Mostra profilo
Re:La scoperta di Milano
« Risposta #17 il: 03 Aprile 2018, 22:29:50 »
@sw4n Ci sono stato 10 minuti. Troppo pochi per giudicare la competenza o il carattere del personale. Ricordo anch'io uno di flp che lavorava lì, ma me ne sfugge il nome
Era Max, l'unico fumatore ed anche bravino nei consigli, è stato licenziato un paio di anni fa, adesso non fuma più nessuno.
Per quanto riguarda le notizie fornite dall'altro "milanese" sono un po' datate, la scelta di tabacchi è la migliore attualmente a Milano, mentre per le pipe hanno un sacco di roba tra gli 80 e 150 euro, Chacom, Peterson, Paronelli, quelle marcate da Noli ed altre, le Dunhill nuove sono poche, non sono venditori ufficiali, il punto di forza sono le Castello, come numero e come qualità.
Le Castello vengono marcate al momento dell'acquisto da parte del rivenditore e se questo, come Noli, ci va di persona, c'è margine di trattativa per avere pipe belle e marcature più basse, non è che la cosa sia esente da critiche dal punto di vista etico, ma così è.
Per le Dunhill il punto di forza è l'usato.
I have a feeling we're not in Kansas anymore.

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1578
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:La scoperta di Milano
« Risposta #18 il: 03 Aprile 2018, 22:40:48 »
Insomma peli nell uovo prescindendo, un luogo adeguato x centralizzarsi nella Grande Lombardia inthopica...
siamo inthopici fino in fondo

Offline Sw4n

  • Cavaliere Latakita
  • *****
  • Post: 201
    • Mostra profilo
Re:La scoperta di Milano
« Risposta #19 il: 04 Aprile 2018, 02:02:03 »
Ma ci mancherebbe compro per lo più on line quindi la competenza del personale mi interessa comunque fino ad un certo punto ma forse Ramon ha espresso bene quel che intendevo ed è ovvero quella "freddezza" data dalla mancanza di passione che mi lascia un po' interedetto.
Ho sempre preferito posti come Musicò o la genuinità di Floppy, dove comunque mentre si scelgono le pipe c'è sempre una battuta, uno scherzo, un confronto anche sulla materia. Ma sull'assortimento di pipe ha davvero pochi rivali e anche per i tabacchi mi è sempre sembrato non mancasse nulla.
Che poi volendo nella zona ci si può sbizzarrire, la tabaccheria Guzzi a Gorgonzola è un piccolo gioiello, per esempio.
Ma perchè non vai dal medico?! E che ci vado a fare... Non voglio mica smettere di bere o di fumare...

Offline Ramon

  • Gran Maestro Charatanico
  • *****
  • Post: 579
    • Mostra profilo
    • fumodipipa.it
Re:La scoperta di Milano
« Risposta #20 il: 04 Aprile 2018, 06:42:02 »
la tabaccheria Guzzi a Gorgonzola è un piccolo gioiello, per esempio.

Ci sono stato una volta di passaggio e condivido.
E' proprio quel genere di locale (pipe-bar-tabacchi) che uno vorrebbe avere sottocasa o quantomeno in città  :P ;)
Il mio blog: www.fumodipipa.it

Offline NCH

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1371
    • Mostra profilo
Re:La scoperta di Milano
« Risposta #21 il: 04 Aprile 2018, 08:28:03 »
la tabaccheria Guzzi a Gorgonzola è un piccolo gioiello, per esempio.

Ci sono stato una volta di passaggio e condivido.
E' proprio quel genere di locale (pipe-bar-tabacchi) che uno vorrebbe avere sottocasa o quantomeno in città  :P ;)
Sì, bel posto e con prezzi anche trattabili, provato solo di persona, non on line.
I have a feeling we're not in Kansas anymore.

Offline Cristiano

  • Moderatore globale
  • Sovrano Grande Pipatore Generale
  • *****
  • Post: 6745
    • Mostra profilo
    • http://www.studiolegaleciani.it
    • E-mail
Re:La scoperta di Milano
« Risposta #22 il: 04 Aprile 2018, 12:18:20 »
In effetti, su Castello, non avevo mai visto, nemmeno da Castellana, un assortimento così
"Bohhh tieniti le tue adorate dunhill e pipe da snobe i tuoi tabacchi da bancarella del mercato" Cit. toscano f.e.

Cave Secretarium

www.studiolegaleciani.it

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1578
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:La scoperta di Milano
« Risposta #23 il: 04 Aprile 2018, 17:19:25 »
In effetti, su Castello, non avevo mai visto, nemmeno da Castellana, un assortimento così
??? Forse perché 40 km da Kantu' fanno briscola più delle onomatopee?  ::) ;D
siamo inthopici fino in fondo

Offline Cristiano

  • Moderatore globale
  • Sovrano Grande Pipatore Generale
  • *****
  • Post: 6745
    • Mostra profilo
    • http://www.studiolegaleciani.it
    • E-mail
Re:La scoperta di Milano
« Risposta #24 il: 04 Aprile 2018, 19:05:37 »
carico e settebello
"Bohhh tieniti le tue adorate dunhill e pipe da snobe i tuoi tabacchi da bancarella del mercato" Cit. toscano f.e.

Cave Secretarium

www.studiolegaleciani.it

Offline StefanoG

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 2063
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:La scoperta di Milano
« Risposta #25 il: 04 Aprile 2018, 19:06:14 »
Uuh si ricordo Max, mi dispiace non lavori più da Noli , mi dispiace,
era l'unico davvero che fumasse la pipa, e ripeto, non so perche ma
io, in un luogo come quello, mi aspetto qualcuno con la pipa in bocca...
Si NCH, è tanto che non passo da Noli a comprare pipe o tabacchi,
l'ultima volta ci comprai il Limerik che, a me, piaceva molto, ecco se
pensi che da molti anni questo tabacco non c'è più, capisci che è proprio
tanto che non entro in quella attività, le pipe preferisco farmele fare da
artigiani, a volte su mio disegno o, almeno, indicazione, i tabacchi vado
da tabacchini vicino a casa e, da quando un amico ha preso casa sul
confine Svizzero, lavora come frontaliere, mi faccio portare qualcosa
da Dubini, quindi Noli per quel che serve a me è, superfluo, ciò non
toglie che Noli sia un punto fermo per i fumatori di pipa di Milano.

« Ultima modifica: 04 Aprile 2018, 19:08:14 da StefanoG »

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1578
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:La scoperta di Milano
« Risposta #26 il: 04 Aprile 2018, 19:40:17 »
carico e settebello

Nel mondo inthopico fa grazia perfino un pizzico di resistenza "feudale". Scopa! :D
siamo inthopici fino in fondo

Offline Sw4n

  • Cavaliere Latakita
  • *****
  • Post: 201
    • Mostra profilo
Re:La scoperta di Milano
« Risposta #27 il: 04 Aprile 2018, 20:31:48 »
@sw4n Ci sono stato 10 minuti. Troppo pochi per giudicare la competenza o il carattere del personale. Ricordo anch'io uno di flp che lavorava lì, ma me ne sfugge il nome
Era Max, l'unico fumatore ed anche bravino nei consigli, è stato licenziato un paio di anni fa, adesso non fuma più nessuno.

Propio Max, dopo Noli era stato preso da Lorenzi (altro punto di riferimento pipario milanese, seppur non specializzato) e credo lavori ancora li', ma non ho notizie certe.
Ma perchè non vai dal medico?! E che ci vado a fare... Non voglio mica smettere di bere o di fumare...

Offline NCH

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1371
    • Mostra profilo
Re:La scoperta di Milano
« Risposta #28 il: 04 Aprile 2018, 20:58:57 »
@sw4n Ci sono stato 10 minuti. Troppo pochi per giudicare la competenza o il carattere del personale. Ricordo anch'io uno di flp che lavorava lì, ma me ne sfugge il nome
Era Max, l'unico fumatore ed anche bravino nei consigli, è stato licenziato un paio di anni fa, adesso non fuma più nessuno.

Propio Max, dopo Noli era stato preso da Lorenzi (altro punto di riferimento pipario milanese, seppur non specializzato) e credo lavori ancora li', ma non ho notizie certe.
Sì, ma è un Lorenzi minore, famiglia numerosa, una vetrina in Corso Magenta.
I have a feeling we're not in Kansas anymore.

Offline StefanoG

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 2063
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:La scoperta di Milano
« Risposta #29 il: 05 Aprile 2018, 12:16:33 »
Si, in Corso Magenta, 1...è una Coltelleria, altra mia
piccola passione, ho diversi pezzi di coltelli artigianali
regionali eseguiti a mano, alcuni anche su mio disegno,
da Lorenzi non hanno solo coltelli, se non erro pure
profumi ed altro ancora, come prodotti da barba, rasoi,
pennelli e creme varie...è un bel negozio, prodotti di alta
gamma.
« Ultima modifica: 05 Aprile 2018, 12:19:01 da StefanoG »