Ritrovo Toscano della Pipa

Pipe => Le pipe Italiane => Topic aperto da: Cristiano - 18 Novembre 2017, 16:02:34

Titolo: Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: Cristiano - 18 Novembre 2017, 16:02:34
Stamattina ho avuto il piacere di intrattenermi con un Avvocato pratese, un ragazzino di 91 anni, grande collezionista di Dunhill. Egli ha conosciuto bene Achille Savinelli e abbiamo parlato delle Punto Oro. La serie nacque come di prestigio e quale sfida alle pipe inglesi. Non a caso Achille jr volle marchiare le pipe con un punto d'oro, a significare la vantata superiorità italica sul punto solo bianco delle sorelle albioniche.
Sino a tutti gli anni 80 la differenza con le Giubileo era meramente estetica. Le Giubileo erano perfette e meglio venate, mentre le PO presentavano venature non altrettanto regolari e vi era la tollerenza di uno/due carboncini. Poi arrivò lo stucco...
L'Avvocato mi conferma che le PO erano molto ambite ed erano considerate pipe ottime.
Mi narra che, nella convinzione della purezza delle PO, egli ne abbia, negli scorsi anni, acquistate un paio senza nemmeno ispezionarle... Si è poi trovato davanti a stuccature e mi dice di aver vibrantemente protestato con la ditta.
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: Sw4n - 25 Novembre 2017, 18:14:48
Ah non sapevo che anche le PO venissero stuccate... pensavo che fossero, assieme alle Giubileo, le uniche non stuccate della ditta.

 ??? ???
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: Sw4n - 26 Novembre 2017, 18:08:51
A proposito di Punto Oro e situazione attuale, nessuno ha notato il nuovo logo sul bocchino??  :-X ::) :o :( >:( :'( :'( :'(
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: Cristiano - 27 Novembre 2017, 10:45:22
Eh si
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: Ramon - 27 Novembre 2017, 13:41:09
Notato, ho una 101 punto oro Gold sabbiata con il puntone.
Per fortuna l'ultimo acquisto, una 111ks punto oro liscia naturale aveva anche in secondo bocchino in ebanite con il vecchio punto piccolo.
(tra l'altro questa 111ks si sta rivelando una pipa eccezzziunale veramente)
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: RHODESIAN - 27 Novembre 2017, 14:48:28
Ah non sapevo che anche le PO venissero stuccate... pensavo che fossero, assieme alle Giubileo, le uniche non stuccate della ditta.

 ??? ???

Non sono così convinto che siano tutte stuccate. Io ho due sabbiate, una Mister G e una Punto Oro noce che, passate sotto la lente di ingrandimento non presentano stuccature. Devo notare, però, che le mie sono tutte "pre filtro in balsa", ad eccezione della Punto G.
Posso però confermare di aver visto delle punto oro, anche sabbiate, con evidenti stuccature, per giunta eseguite in modo abbastanza grossolano.

Credo però che nel tempo sulle punto oro si sia un po' perso il lume della ragione nel rapporto qualità prezzo: ottime pipe, non c'è che dire, ma ai prezzi attuali si trovano oggetti credo abbastanza superiori in molte altri marchi più o meno artigianali..

Ho una Giubileo che a livello dinamico non replica l'evidente superiorità estetica rispetto a linee inferiori. In sostanza, se si cerca l'alta qualità, con un piccolo sforzo mi rivolgerei altrove...
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: samael - 27 Novembre 2017, 15:12:53
Esperienza personale: di tutte le punto oro che ho avuto o ho avuto modo di vedere, tra quelle pre-filtro se ne trovavano di stuccate, ma anche di non stuccate - e probabilmente quest'ultima era la norma. Post-filtro non ne ho mai vista (né posseduta) una esente da pur piccoli punti di stucco.

Mi sono liberato progressivamente di tutte le stuccate, ça va sans dire  :P

Riguardo le mister G, è più complicato determinarlo data la verniciatura nera della sabbiatura: conoscendo Savinelli, soprattutto la produzione più recente, non me ne stupirei...
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: Cristiano - 27 Novembre 2017, 15:47:45
Ah non sapevo che anche le PO venissero stuccate... pensavo che fossero, assieme alle Giubileo, le uniche non stuccate della ditta.

 ??? ???

Non sono così convinto che siano tutte stuccate. Io ho due sabbiate, una Mister G e una Punto Oro noce che, passate sotto la lente di ingrandimento non presentano stuccature. Devo notare, però, che le mie sono tutte "pre filtro in balsa", ad eccezione della Punto G.
Posso però confermare di aver visto delle punto oro, anche sabbiate, con evidenti stuccature, per giunta eseguite in modo abbastanza grossolano.

Credo però che nel tempo sulle punto oro si sia un po' perso il lume della ragione nel rapporto qualità prezzo: ottime pipe, non c'è che dire, ma ai prezzi attuali si trovano oggetti credo abbastanza superiori in molte altri marchi più o meno artigianali..

Ho una Giubileo che a livello dinamico non replica l'evidente superiorità estetica rispetto a linee inferiori. In sostanza, se si cerca l'alta qualità, con un piccolo sforzo mi rivolgerei altrove...
Uhm... la Punto G...
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: RHODESIAN - 27 Novembre 2017, 15:53:42

...
Ho una Giubileo che a livello dinamico non replica l'evidente superiorità estetica rispetto a linee inferiori. In sostanza, se si cerca l'alta qualità, con un piccolo sforzo mi rivolgerei altrove...
Uhm... la Punto G...

Beh,... direi che con i 3 o 400 euro di una gibileo, si possano reperire delle ottime "punto G" ;D

Scherzi a parte, forse sono stato un po' drastico, ma davvero, salvo che per l'estetica, trovo ingiustificata e sproporzionata la richiesta per le Giubileo, anche rispetto alle Putno Oro...
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: caporaiss - 29 Novembre 2017, 20:05:14
Io le ossa me le son fatte con le Ser Jacopo di Guidi, che ritenevo più belle, più dolci e più pipe; il marchio Savinelli non mi ha mai fatto simpatia, ne ho alcune che non fumo ormai da lustri e nel mezzo ci stanno due punto oro datate  ::)
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: Cristiano - 29 Novembre 2017, 21:00:58
Vendimele fra
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: Cristiano - 11 Dicembre 2017, 18:49:41
Interrogato altro anziano (81) fumatore. Si tratta di agente in materie prime tessili con rappresentanza a Londra negli anni d'oro del tessile. Per inquadrarlo dico solo che è presente sul My Mixture Book. Grande collezionista di Dunhill e Barling. Mi dice che le Punto Oro erano considerate un punto di arrivo, quasi un non plus ultra, intaccato solo dalle Giubileo e dalle Autograph. Ha smesso di comprarle con l'introduzione del filtro e quando si è accorto che avevano cominciato la solfa dello stucco.
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: samael - 11 Dicembre 2017, 23:45:11
Interrogato altro anziano (81) fumatore. Si tratta di agente in materie prime tessili con rappresentanza a Londra negli anni d'oro del tessile. Per inquadrarlo dico solo che è presente sul My Mixture Book. Grande collezionista di Dunhill e Barling. Mi dice che le Punto Oro erano considerate un punto di arrivo, quasi un non plus ultra, intaccato solo dalle Giubileo e dalle Autograph. Ha smesso di comprarle con l'introduzione del filtro e quando si è accorto che avevano cominciato la solfa dello stucco.

Ribadisco comunque che lo stucco c’era anche prima del filtro...
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: enrikon - 12 Dicembre 2017, 09:07:21
Ho una curiosità: parlando sempre del "periodo d'oro",  che differenza sostanziale c'era fra le Punto Oro e le Giubileo?
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: Cristiano - 12 Dicembre 2017, 09:39:09
Interrogato altro anziano (81) fumatore. Si tratta di agente in materie prime tessili con rappresentanza a Londra negli anni d'oro del tessile. Per inquadrarlo dico solo che è presente sul My Mixture Book. Grande collezionista di Dunhill e Barling. Mi dice che le Punto Oro erano considerate un punto di arrivo, quasi un non plus ultra, intaccato solo dalle Giubileo e dalle Autograph. Ha smesso di comprarle con l'introduzione del filtro e quando si è accorto che avevano cominciato la solfa dello stucco.
Ieri ho riletto su 13 pipe le opinioni di Ferenc Pinter, padre di Antonio. Sostanzialmente si conferma il pensiero del mio amico. Per il Pinter la PO era LA SAVINELLI. La Giubileo un lusso raro e quasi proibito. Penso che in origine la differenza tra Punto e Giubileo fosse sostanzialmente di fiammatura. Poi è arrivato lo stucco. GUARDANDO AD OGGI, una Punto ha un bel prezzo. Ecco, a quel costo lo stucco non è accettabile. E badate che lo dice uno che non è un maniaco antistucco.
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: Cristiano - 22 Febbraio 2018, 11:30:07
Grazie Ramon, interessantissimo http://fumodipipa.it/savinelli-tre-pipe-nella-storia/
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: Ramon - 22 Febbraio 2018, 14:49:27
Grazie a te per l'apprezzamento  :)
A Marzo ricomincerò a postare nuovi articoli.
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: samael - 15 Aprile 2019, 12:16:35
Chiedo aiuto per la datazione di una Savinelli ("LA Savinelli", per la precisione) Punto Oro 6002 che ho trovato in un mercatino e prontamente restaurato. La presenza del "LA" prima di Savinelli, nelle Punto Oro aiuta la datazione intorno alla fine degli anni '50 e i primissimi '60. Però a quei tempi mi pare fosse già presente il logo delle due pipe (incrociate) sopra lo scudetto, mentre qui risulta assente. Inoltre è presente il simbolo "S&C" (Savinelli&Company?) in un ovale...
Ah, sul cannello, quasi alla congiunzione col bocchino, c'è stampigliato "1945"...
Per concludere, anche se questo magari significa poco, la sabbiatura è senz'altro diversa dalle Savinelli più recenti (anni 60-70), presentandosi profonda e morbida a ricordare le Dunhill o le Charatan anni '50.

Qualche idea?  ???

(http://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/57154951_10218894012599292_4430373218112503808_o.jpg?_nc_cat=101&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=34e3496dc0a4a6929f3e61b6ca408e98&oe=5D29DD64)
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: Ramon - 15 Aprile 2019, 15:40:22
Ciao, si trova questo, avevi letto?

https://accademiafumolento.forumfree.it/?t=60438047
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: Cristiano - 15 Aprile 2019, 15:54:09
Ho chiesto a Sandro. Vediamo
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: Cristiano - 15 Aprile 2019, 15:54:52
Ciao, si trova questo, avevi letto?

https://accademiafumolento.forumfree.it/?t=60438047
questa il numero di shape lo ha
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: samael - 15 Aprile 2019, 16:09:51
Ciao, si trova questo, avevi letto?

https://accademiafumolento.forumfree.it/?t=60438047

Grazie, sì ma non mi convince un granché. Nel senso, potrebbe essere sensato il fatto che non avendo il codice si riferisce a una produzione pre-fabbrica, ma non pre-1958 quanto pre-1948...ma la serie Punto Oro pare introdotta con la fabbrica, quindi non torna il discorso. "S&C" potrebbe riferirsi al primo periodo Savinelli-Buzzi, quindi tra il 1948 e il 1953....
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: occam - 21 Aprile 2019, 19:11:48
Ciao,
ne ho una anch'io, stessa marchiatura stessa sabbiatura. Alla Savinelli non mi hanno detto praticamente nulla.
Concordo con la tua conclusione.
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: samael - 21 Aprile 2019, 20:02:42
Ciao,
ne ho una anch'io, stessa marchiatura stessa sabbiatura. Alla Savinelli non mi hanno detto praticamente nulla.
Concordo con la tua conclusione.

Ottimo, mi conforta! Mi sa che la storia della Savinelli e le sue datazioni sono ancora meno conosciute delle Dunhill o Charatan, su cui tutti hanno versato fiumi d'inchiesto.
Titolo: Re:Qualche appunto storico sulle Punto Oro
Inserito da: occam - 21 Aprile 2019, 20:28:12
Mah, anche su Savinelli qualche punto fermo esiste. Io mi sono trovato in difficoltà serie a datare la mia (come la tua); tuttavia, credo che il marchio S&C sia stato utilizzato nei prinmissimi tempi, dalla nascita dell'azienda al deposito del marchio (due pipe nello scudo).
Quello che mi da la quasi certezza è il tipo di sabbiatura - profonda, ma morbida, come dici tu - che non ho mai visto in altre Savinelli anche fine anni Cinquanta, dove appare molto più secca.