Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - StefanoG

Pagine: [1] 2 3 ... 147
1
Generale / Re:Il fumatore di pipa
« il: 17 Marzo 2021, 19:22:56 »
in somma, come i bambini con il ciuccio in bocca..., comunque si sa, la pipa fa stile

2
Generale / Re:Il fumatore di pipa
« il: 09 Febbraio 2021, 10:32:20 »
FRANCO MARINI

ALLA MEMORIA

oggi, Martedì 09 Febbraio 2021 i quotidiani d'italia danno la triste notizia, "morto Franco Marini, ex presidente del Senato e leader della Cisl".

A noi caro, popolo del mondo della pipa, poichè Franco Marini era divenuto negli anni un
uomo che amava molto la pipa, quanto il compianto Presidente Sandro Pertini, chi avesse frequentato Franco Marini sà che era impossibile imbattersi in pubblico con Franco Marini senza che questi non avesse in mano o, tra i denti, una sua amata pipa,  in genere una bella pipa, è stato uno degli ultimi grandi famosi fumatori storici, di quelli veri, non di quei fumatori che usano solo esibire la pipa ma poi..., oppure di quelli che usano fumare una carica al giorno, egli era fumatore di pipa d'altri tempi, di quei tempi in cui tabacco e pipa erano quotidianità e presenza costante nella vita di un uomo, caratterizzante, la pipa era parte integrante della sua esistenza e contribuì a costruire l'immagine dell'uomo che è stato, la pipa era parte del suo corpo, prolunga di se, oggi ci lascia un icona del mondo passato della pipa, oserei dire del mondo classico della pipa, oggi fumerò qualche carica in più nella mia amata pipa e, saranno fumate in suo ricordo , a quello stile di uomo fumatore di pipa, vero, che oggi forse, è così raro incontrare nella vita moderna, sincopata e, maniaca del ascetismo salutista.

Franco Marini ha dedicato la sua vita al pipa, per noi del mondo della pipa è cosa importante, ma non và dimenticato tanto d'altro che, per i più è assai più importante, ha dedicato la vita alla resistenza, alla visione di un essere uomo di una certa ortodossia culturale, uomo di sindacato e uomo di politica:
ricoverato a causa del Covid, l'ex presidente del Senato è morto a 87 anni.
A me piace pensare che stringesse in mano ancora, una pipa.

Franco Marini è morto nella notte, in una clinica romana, all’età di 87 anni.Franco Marini era nato il 9 aprile 1933 a San Pio delle Camere, un comune di poco più di 600 abitanti dell’Aquilano. Era ricoverato da Gennaio perché positivo al Covid. Oltre a ricoprire la carica di presidente del Senato era stato ministro del Lavoro, segretario generale Cisl, segretario nazionale del Partito popolare italiano e parlamentare europeo, laureato in giurisprudenza, ha dedicato la sua vita alla politica: uomo della resistenza e della prima Repubblica, partecipò attivamente alla prima parte della seconda Repubblica, prima il sindacato (Cisl), poi la Democrazia Cristiana, quindi il Partito popolare italiano, la Margherita e da ultimo il Partito democratico.
Nel 1991 è stato ministro del Lavoro e della Previdenza sociale del VII governo Andreotti. Nel 1994 ha partecipato alla trasformazione della Dc in Ppi, di cui divenne segretario tre anni dopo: protagonista nei giorni della caduta del primo governo Prodi nell’ottobre del ’98. Nel 2006 è diventato presidente del Senato, battendo il candidato della Cdl, il senatore a vita Giulio Andreotti.
Nel 2013 è stato a un passo dal diventare presidente della Repubblica: fu candidato da Bersani, ma non ottenne l’elezione. Si scontrò con Matteo Renzi, che aveva criticato pubblicamente in tv la sua candidatura parlando di “dispetto al Paese”.
Franco Marini spesso soprannominato ‘il lupo marsicano’, anche in ricordo del suo periodo di leva, svolto come ufficiale negli Alpini: gli piaceva indossare, quando possibile, l’iconico cappello con la penna nera e stringere in mano la pipa. Difficile davvero vederlo in pubblico senza la sua pipa.
La notizia della sua morte è stata data su Twitter dall’amico Pierluigi Castagnetti, ultimo segretario del Ppi.
Tra i tanti messaggi spicca quello di Paolo Gentiloni, commissario europeo all’Economia: “La politica come passione e organizzazione, il mondo del lavoro la sua bussola, il calore nei rapporti umani. Ci mancherà Franco Marini”, ha scritto in un tweet.



3
Aromatici / Re:Aromatizzati da salvare
« il: 04 Gennaio 2021, 18:47:57 »
Intervista gradevolissima e molto interessante, grazie Claudio.

4
Generale / Re:Faccio un salto da Noli...
« il: 18 Novembre 2020, 18:23:00 »
Sui tabacchi non si può e poi hanno un ricarico del 10% ;D

.... infatti mi pareva una cosa assurda !

5
Generale / Re:Faccio un salto da Noli...
« il: 17 Novembre 2020, 16:35:15 »
....non ho capito, Noli sta esercitando sconti del 35% anche su tabacchi ?
o pratica sconti solo su pipe ?

6
Generale / Re:Francia
« il: 17 Novembre 2020, 16:33:49 »
Dovresti sentire cicciobombo cannoniere, sempre se è andato veramente a vivere in Francia.

...cicciobombo cannoniere iiihhaahh eeh  :D ;D

7
Generale / Re:Cosa state fumando?
« il: 06 Novembre 2020, 15:24:18 »
giornata trascorsa in compagnia di Mac.Baren HH Vintage Latakia in Brabbia Junior Sabbiata Noce

8
Generale / Re:Cosa state fumando?
« il: 05 Novembre 2020, 13:44:12 »

Mattina con WO Larsen Scarlet Pasion seguito da Borkum Riff Ruby entrambi in pipa da battaglia Rossi...., pranzo caffè e Early Morning Peterson in Peterson.

La London Mixture degli anni 90 piaceva anche a me, non so dire nulla in merito a questa, sono secoli che non la fumo, invece riguardo alla Early Morning qualcosa mi sono permesso di esprimere poichè è l'unica Dunhill che ho proseguito a fumare nel tempo, anche perchè a me sembrava, tra le tutte miscele Dunhill, quella meno decaduta qualitativamente nel tempo, alla luce quindi delle ripetute fumate nel tempo mi sento di dire che oggi non mi piace quanto a mi piaceva negli anni 90, ma come ben affermi i ricordi sono spesso ingannevoli, almeno quanto e più dei sensi, e non hai affatto torto, quindi forse sono io a ricordare questa con fin troppo piacere, e i sensi dirmi che il piacere non è così alto quanto lo era a quei tempi, e forse a trarmi in inganno...,  dir di più non so.

9
Generale / Re:Cosa state fumando?
« il: 04 Novembre 2020, 19:24:37 »
Aspetta, non vorrei darti vane speranze, secondo me non è buono quanto la versione prodotta negli anni 90, magari lo fosse, questa miscela rimase più o meno simile fino al 2010, poi secondo me la produzione Stg decadde per qualità, il Virginia e gli orientali persero di peculiarità, il Virginia Orange perse quella sua nota spiccata peculiare...ripeto, secondo me.
Oggi il prodotto Peterson è simile in tutto e per tutto alla produzione Dunhill Stg che io indico indicativamente dal 2010-12 a cambio di marchio, quindi simile alla ultima produzione Dunhill che ha subito una leggera flessione qualitativa o, decadenza proprie peculiarità sul gusto di taluni tabacchi, vedesi orange virginia ed orienatli.

Detto ciò, io proseguo a fumarla quale tutto giorno, in tal senso è sempre valida, certo che se penso che nel 2010 acquistavo una latta con 10 Euro oggi credo costi 17 Euro, beh per logica anche il concetto tabacco da tutto giorno inizia a decadere.

Credo che con 15 Euro esista sul mercato Erinmore Balkan che a me ha ricordato molto Early Morning , un valido tutto giorno al pari della miscela Peterson Stg ma dal costo leggermente inferiore, certo secondo me siamo lontano dai livelli di Sg o GH, Brebbia o Scurch che restano almeno qualitativamente uno o due gradini sopra, ma ripeto, Early Mornig quale tutto giorno, ci può stare, soprattutto poichè è miscela mild, molto bilanciata.

10
Generale / Re:Cosa state fumando?
« il: 03 Novembre 2020, 18:50:40 »
Ma guarda, l'Early Mornig, non fumavo questa miscela da un po' di tempo, in passato a me piaceva, trovavo molto piacevole fumare l'Erly Mornig quale tutto giorno, gradevole piacevole in tarda mattina e primo pomeriggio, viatico a fumate inglesi serali più corpose ma forse anche meno raffinate,  questa miscela è tipicamente inglese, Londinese, così bilanciata e mild, non tanto mild per forza nicotinica poichè in realtà di Virginia (in teoria dovrebbe essere orange Virginia) c'è nè anche tanto, quindi se non si sta attenti di mattina può giocare scherzi, piuttosto è mild per il corpo che è medio, per i sapori che appaiono mild, al massimo tendenti al medio,  aroma delicato ed elegante per essere una Em, miscela in cui domina l'equilibrio e, il latakia non dovrebbe superare il 5%, dose assai bassa ma che comunque caratterizza bene la miscela, è addirittura piacevole giocare a rincorrere la nota del latakia che emerge qui e là per poi inabissarsi nella trama della miscela, sapori gusti aromi tipici di una Em inglese , certo non esalta non è da meditazione, non vi sono mai eccessi ne decade mai, in somma....ottima se si cerca una miscela tutto giorno dal gusto Em, meno adatta se si cerca una miscela serale o, notturna dal corpo e dai sapori decisi e con quella marcata grassa corpulenza affumicata e stantia per le quali talune Em si caratterizzano, assai sazianti. Ho apprezzato molto questa miscela quale em tutto giorno fino almeno al 2012/14, poi ho iniziato a percepire una eccessiva decadenza dei Virginia non più così orange , forse era solo colpa mia o forse cosa reale non saprei dire, sta di fatto che ho iniziato a fumarla sempre meno ora, dopo mesi che non la fumo sono tornato a testarla , ora che porta la dicitura in latta "Peterson".
Sinceramente a me pare rimasta identica a come la ricordavo e, come da sopra descritto, simile se non uguale a quella già prodotta con latta in dicitura Dunhill , se non erro il produttore era prima ed è oggi sempre lo stesso "Stg", quindi non penso abbia neppure per loro molto senso mutare la ricetta, potrei cadere in errore ma a me non pare cambiata rispetto a prima, quanto meno non in modo sostanziale da doverlo sottolineare.
Non so sinceramente se meriti di essere fumata quale valida tutto giorno, secondo me una miscela tutto giorno dovrebbe essere ben abbordabile per costo e, questa miscela, non è poi così abbordabile in tale verso, con qualche euro in meno c'è un'altra Em tutto giorno che probabilmente gli assomiglia anche tanto,  Erinmore Balkan, costa un pochino meno ed è più o meno simile,  in quanto a grande bilanciamento , poco latakia, eleganza, delicatezza, evoluzione delle sue componenti, poi per chi ha la fortuna di recarsi in Svizzera ricordo che con molto meno ci sono Em forse decisamente di un gradino superiore.
Conclusione, Peterson Early Mornig è una valida miscela tutto giorno Em, sarebbe ottima se costasse
ancora come dieci anni fa quando credo costasse circa 10/12 Euro, con tale prezzo avrebbe molto senso quale tutto giorno, al prezzo attuale non so se ne ha ancora, buona miscela, ma non c'è da aspettarsi che regali sensazioni forti, che dia attimi da meditazione, la si consideri una valida tutto
giorno.
Questo è il mio parere, consideratelo del tutto relativo.


11
Generale / Re:Cosa state fumando?
« il: 03 Novembre 2020, 15:16:17 »
Mattina con WO Larsen Unique in Brebbia Party liscia, pranzo caffè ed ora
una carica di Peterson Early Morning in Brebbia Party Sabbiata....dopo cena,
guardando la partita Real Madrid Inter mi godrò del Balkan Brebbia in Brebbia
Ninja Rocciata 8311


Il tabaccaio meriterebbe la gogna pubblica ma non si può, se volete  in  privato...
posso segnalare, in ogni modo per chi è pratico  di Milano  evitare tabaccheria bar
sita in via Mac Mahon posta, procedendo verso il centro, subito dopo il ponte della
Ghisolfa....

Oggi ho saputo da un amico che frequenta il bar che, pare che la tabaccheria
abbia deciso di eliminare i tabacchi da pipa per concentrarsi solo su sigarette,
tabacco da rollo, sigari.... forse inizio ora a comprendere qualcosa.


12
Generale / Re:Cosa state fumando?
« il: 02 Novembre 2020, 20:44:02 »
Come già citavo nella mia sopra ....Skiff Mixture in Brebbia Party , buona serata a tutti e , liete pipate a Voi.
 :)

13
Generale / Re:Cosa state fumando?
« il: 02 Novembre 2020, 16:05:24 »
Giornata con WO Larsen Unique alternato con Laresen rosso, in serata seguirà
un tabacco di corpo maggiore Peterson Early Morning (un amico mi ha chiesto
di testarlo e dirgli cosa ne penso) , dopocena Skiff Mixture tabacco che trovo
così autunnale...davvero buon tabacco.

Oggi ho discusso con il tabaccaio, gli chiesi 7 giorni fà il favore di ordinare
per me e, per un mio amico del WO Larsen Passion busta rossa, io ed un amico
dovevamo testarlo su richiesta di amici,  ho così comprato due buste ed una l'ha comprata
il mio amico, erano quindi restate al tabaccaio due sole buste , ora , a distanza di sette giorni il tabaccaio, sono passato oggi da
lui a prendere una latta di tabacco mi dice che, prima gli compro le due buste
poi mi darà anche altro tabacco in latta, .....non c'ho visto più, che discorsi
sono, che colpa ne ho io se lui è obbligato a comprare 5 buste di tabacco ad ogni richiesta, non sono
tenuto a comprarle tutte e cinque le buste e, in poco tempo o in una volta sola, non
ho voluto sembrare volgare e pezzente o, altro, ho posto a lui il mio dissenso
e rincrescimento per il suo comportamento, ho fatto presente che ero assiduo cliente e che probabilmente nel tempo quelle sole due buste invendute le avrebbe vendute ad altro acquirente, io stesso le avrei comprate dato che si tratta di un prodotto che uso fumare, questo ricatto l'ho trovato atto ignobile e vile , ho comprato le due buste rimaste non ho proseguito a discutere oltre (avrei potuto uscire senza acquisti e recarmi altrove)
e, non mi farò più vedere in tale tabaccheria, le latte da oggi può infilarsene
dove dico io, da domani andrò altrove a comprare tabacco e, dato che non ne fumo poco non credo che il sopracitato tabaccaio milanese sia un abile vendiore, cose da pazzi....
E questo fa il paio con la discussione riguardo la simpatia  e la correttezza di taluni esercenti , mi pare nel campo tabaccherie lascino spesso a desiderare...

14
Off topic / Re:Biliardo
« il: 02 Novembre 2020, 15:52:17 »
...Salento ?
in passato credo fosse terra di produzione di Orientali, tra l'altro il carattere assai tipico del paese italia è tale che potremmo produrre ogni tipologia di tabacco, se a qualcuno interessasse davvero in italia si poterebbero produrre tutte le tipologie di tabacco da raccolti autoctoni e, a dire il vero, allargando il discorso, la visuale, si potrebbe dire che siamo al mondo il paese quasi con la più alta biodiversità, quasi nessuno al mondo avrebbe la possibilità di produrre tante varietà di piante quanto l'Italia, quasi nessuno ha tante specie animali quanto noi, la qualità poi è altissima, abbiamo un microclima particolare, unico, donato dal mite mediterraneo e sue correnti d'aria e, dalle Alpi e sue correnti d'aria, in italia ci sono almeno 2000 vitigni i Francesi che sono secondi al mondo per quantità di tipologia ne hanno credo una quarantina, ecco facendo le debite proporzioni questo primato di biodiversità riportato su ogni pianta , specie, ci spingerebbe ad essere un eden, anche questo è il motivo per quale già secoli fà mentre in europa mangiavano poco e male in Italia se la scialavano,...peccato che il potenziale agricolo, boschivo, naturale non sia da noi ben protetto, che non sia da noi sfruttato al meglio ecc, basti pensare che il Pil della Agricoltura in italia è solo del 2% , .....un misero 2%....

15
Off topic / Re:Biliardo
« il: 02 Novembre 2020, 10:45:06 »
Negli anni 70/80 pullulavano i bar con annesso locale/sala biliardo, ricordo che il Sabato mattina  facevo sola  da  scuola,  bigiavo coi miei amici o, compagni di classe e si andava un salto al mercato, all'angolo del mercato vi era una edicola ove compravamo quotidiani e gazzetta poi, verso la mezza una oretta al bar a giocare a boccette oppure con la stecca all'italiana, i modernisti più giovani "ammericani" propendevano per carambola io, ho sempre trovato quest'ultimo gioco più modesto e selvaggio, altra cosa all'italiana...non fumavo ancora la pipa quindi non ricordo grandi fumate, iniziai a fumare la pipa tra i 18 e i 19 anni quando già avevo finito gli studi e mi toccava lavorare, le sigarette le ho sempre evitate invece i miei amici o, compagni di scuola spesso ci davano dentro...., negli anni 70/80 andavo a trascorrere spesso fine settimana e, varie ferie in luogo di villeggiatura montana, qui esisteva un bar trattoria dotato di una bella sala biliardo, con tre amici di cui due fratelli acerrimi rivali ogni giorno, o meglio dire quando si aveva abbastanza liquidi da spendere altrimenti, ciccia, si andava a bere una cosa e a disputare partire dagli animi tesissimi, ricche di suspence, tensioni e discussioni infinite, spesso anche alacri, ricche di sollazzi sfottò provocazioni e , tal volta finivano spesso a male parole, mai stato bravo all'italiana lo ero più a carambola che, mi piaceva assai meno, per assurdo preferivo perdere all'italiana ma divertirmi che, vincere a carambola, comunque...bei tempi.
Dalle mie parti , in certe zone della provincia Milanese, nei paesini della provincia Lombarda, i tavoli verdi hanno sopravvissuto ai tempi e alla modernità poi, anche le ultime roccaforti sono cadute e la modernità ha preso totalmente il sopravvento, i bar sono divenuti di dimensioni modeste, hanno rimosso biliardi e biliardini,  jukebox e flipper, loro posto sono comparsi slot e spazi minuscoli ove a dir tanto manco mezzo biliardo ci starebbe...

Ora che ci penso, se non erro esiste ancora a Milano in Via Cesare Ajraghi 12, zona Piazza Pompeo Castelli/Mac Mahon,  un "Circolo anziani dopolavoro" bar trattoria pizzeria con Bocciodromo e, retro con piccolo giardino annesso,  ricorda molto i circolini di una volta, quelli del dopo lavoro dei ferrovieri degli operai in tuta blu, dei pensionati degli anni 70,
quei locali spaziosi in cui oltrepassato l'ingresso domina un salone ad uopo sala carte, sala pranzo ecc, nella sala principale domina il lungo bancone bar in stile anni 50/70, tavolini e sedie male assortite,  posti di lato verso il muro  due o tre tavoli per giocare all'italiana, retro con piccolo giardino con qualche tavolino per pranzare all'aperto , manca solo la Tv in bianco e nero e pare di essere tornati agli anni 70, ...vi sono stato in pausa pranzo lavoro mesi addietro, ricorda molto quella atmosfera di altri tempi, dietro a casa mia, dove ancora oggi vivono i miei vecchi ci stava e ci sta una corte vecchia di paese ove, per anni è esistito un circolo bar trattoria latteria identico, ricordo che andavo da piccino a fare la spesa per mia madre e, ogni volta mi fermavo 5 minuti a guardare i vecchi che giocavano a briscola o biliardo...bei tempi.
Comunque, di gente con la pipa a sfumacchiare , giocando a carte o biliardo o seguendo alla Tv le imprese al giro d'italia, io non c'è l'ho mai vista, dalle mie parti nei circolini proletari non si vedevano girare tante pipe, era cosa più da elitte, più borghese....

Pagine: [1] 2 3 ... 147