Autore Topic: Incendio alla Compagnia Toscana Sigari  (Letto 2573 volte)

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1604
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Incendio alla Compagnia Toscana Sigari
« Risposta #15 il: 28 Ottobre 2017, 18:16:47 »
Cmnq riferendomi proprio a me che ne faccio, i riferimenti enologici non sono congrui. Ci sono adiacenze e profonde differenze. Fumare da re è una condizione complessa tra cui il tabacco è una variante, senz altro in modo più consistente della cosa che riguarda il bere...Più attinenienze riguardano il peso e la impatto organico in base a necessità dei singoli e di una giornata. Pel resto naturale si scrivano certe cose opportuno ignorarlo e minimizzare il tentativo di strumentalizzazione culturale e commerciale che vuole invertire i fattori del chi giudica che...Anche perché se non ti piace ti dai la colpa o addirittura ti vergogni a confessarlo..
« Ultima modifica: 28 Ottobre 2017, 18:22:17 da Nic Salamandra »
siamo inthopici fino in fondo

Offline Ramon

  • Gran Maestro Charatanico
  • *****
  • Post: 591
    • Mostra profilo
    • fumodipipa.it
Re: Incendio alla Compagnia Toscana Sigari
« Risposta #16 il: 28 Ottobre 2017, 19:58:43 »
No beh, la vergogna passa presto appena si intuisce che dietro ai tormentoni di alcuni palinsesti internettiani si celano prese di posizione preconcette che creeranno pure tendenza ma solamente all’interno dei palinsesti stessi.
Grandi pacche sulle spalle, atteggiamenti autoreferenziali, insomma la solita minestra.
Una volta c’era chi si fumava solo quello più costoso, poi quello più lungo, poi quello più “robusto”... oggi quello più forte. Si sa: il “celodurismo” e’ trasformista per definizione.
Che i prodotti CTS abbiano incontrato notevoli difficoltà di fruizione, forse per una dimensione eccessivamente agricola dell’azienda all’origine piuttosto che per mancanza di fumatori esperti di Toscani (in Italia voglio dire!!!) a me pare abbastanza oggettivo. D’altro canto, come recitava una vecchia pubblicità: la potenza senza controllo e’ nulla.
Puoi farmelo a mano oppure a macchina, biologico o meno, a tripa corta o lunga... ma se mi vieni a raccontare che il tuo prodotto (di consumo) e’ troppo da intenditori affinché io lo possa consumare con gusto...... sai già, penso, dove te ne puoi andare.... o ti ci mando proprio?
Il mio blog: www.fumodipipa.it

Offline samael

  • Moderatore globale
  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 2737
    • Mostra profilo
Re: Incendio alla Compagnia Toscana Sigari
« Risposta #17 il: 28 Ottobre 2017, 20:03:36 »
da entusiasta fumatore di prodotti CTS, l'idea che mi sono fatto è che il messaggio (concordo con voi, sbilenco dal punto di vista del marketing...oppure no? nel senso che "consolida le truppe" e fa inorgoglire l'acquirente?) sia riferito non tanto alla capacità di apprezzare i sigari, ma l'oggettiva maggior difficoltà a padroneggiare la fumata da parte di chi non è troppo avvezzo. Che poi serva eventualmente per mascherare un "difetto" tecnico-costruttivo è un altro discorso...
« Ultima modifica: 28 Ottobre 2017, 20:08:40 da samael »

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1604
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Incendio alla Compagnia Toscana Sigari
« Risposta #18 il: 28 Ottobre 2017, 20:18:56 »
Il 3d svia nel senso che il costume pubblicitario viaggia da solo come argomento. Nel caso normale si usi ma criticabilissimo. Chi ama queste cose è navigato di suo.il resto è fuffa nell ipotesi migliore pretesto per difficili conduzuoni a prescindere, nelle altre. La facilità è un pregio quasi pretendibile perché gestisci solo il piacere totale. Poi ci sono margini di tolleranza e far passare altri per scemo se si superano con super esperto giannizzero a inquisire, fa comodo alla azienda, per valida che possa essere...
siamo inthopici fino in fondo

Offline Ramon

  • Gran Maestro Charatanico
  • *****
  • Post: 591
    • Mostra profilo
    • fumodipipa.it
Re: Incendio alla Compagnia Toscana Sigari
« Risposta #19 il: 28 Ottobre 2017, 20:48:17 »
Mettiamola così Samael: per quanto alcuni dei loro prodotti anche a me piacciano non posso fare a meno di considerare l’azieda, sui generis, un po’ furbetta ed al tempo stesso acerba. Troppo, forse, viste le non celate ambizioni qualitative urlate ai quattro venti.
Chiaro che il loro target di riferimento sia diametralmente opposto a quello della piu “tedesca” e umile MOSI (Ambasciatore) e quindi la lasciamo da parte in questo discorso, ma facendo un parallelo con Amazon (che pure fece un mezzo disastro agli esordi per i noti problemi) non sono ancora riusciti a convincermi. De gustibus.
Il mio blog: www.fumodipipa.it

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1604
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Incendio alla Compagnia Toscana Sigari
« Risposta #20 il: 29 Ottobre 2017, 09:34:51 »
Comq l adeguamento del Tosco a ranghi manuali ed economici dei caraibici è  rilevante. Ma ad ora di epocale certo abbiamo solo il ritaglio MOSI dell'utopia merecologica e gustativa pop, distillata senza sbavature, e il reperimento di Valtiberina sciolto per Self made. Il resto approfondisce un filone trentennale alternativo già dentro il Monopolio, con tanti auguri di valere rispetto a questo e stabilmente come mosi è riuscito nel suo specifico. Se servono anche le scritte le mettano, sempre che noi seguitiamo nella parte che ci spetta...
« Ultima modifica: 29 Ottobre 2017, 09:39:07 da Nic Salamandra »
siamo inthopici fino in fondo

Offline CVAB

  • Gran Maestro Charatanico
  • *****
  • Post: 971
    • Mostra profilo
Re: Incendio alla Compagnia Toscana Sigari
« Risposta #21 il: 29 Ottobre 2017, 11:44:44 »
Comq l adeguamento del Tosco a ranghi manuali ed economici dei caraibici è  rilevante

Evidente.
Ad ogni modo, la diversificazione fa sempre bene.
Comunque, in cima (in assoluto!!!) c'è sempre il Moro...
 :-*

p.s. ecco, dopo questa affermazione mi viene in mente che il Moro è un sigaro per cui varrebbe la pena avvisare con un "per esperti" nel senso che se non sei aduso al toscano lo sprechi e ciò è male visto anche quanto costa ;D
« Ultima modifica: 29 Ottobre 2017, 11:51:13 da CVAB »
"I’m going back to Kansas City..."
https://youtu.be/-X3hdFWmerQ

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1604
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Incendio alla Compagnia Toscana Sigari
« Risposta #22 il: 29 Ottobre 2017, 11:58:51 »
Celodurismo Inthopico sarebbe un bel 3d...esito ma come eventuale preambolo pongo il quesito: uno come il Kommintern....Celhaduro? :o ::)
siamo inthopici fino in fondo

Offline CVAB

  • Gran Maestro Charatanico
  • *****
  • Post: 971
    • Mostra profilo
Re: Incendio alla Compagnia Toscana Sigari
« Risposta #23 il: 29 Ottobre 2017, 12:01:51 »
Ma non potrebbero fare un "Moretto"?

"Moretto - Il toscano cotidiano per soli esperti"

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/7/7c/Flag_of_Corsica.svg/750px-Flag_of_Corsica.svg.png
"I’m going back to Kansas City..."
https://youtu.be/-X3hdFWmerQ

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1604
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Incendio alla Compagnia Toscana Sigari
« Risposta #24 il: 29 Ottobre 2017, 12:05:19 »
A Moré voi vedé chicelhaduro? ;D
siamo inthopici fino in fondo

Offline CVAB

  • Gran Maestro Charatanico
  • *****
  • Post: 971
    • Mostra profilo
Re: Incendio alla Compagnia Toscana Sigari
« Risposta #25 il: 29 Ottobre 2017, 12:05:42 »
"I’m going back to Kansas City..."
https://youtu.be/-X3hdFWmerQ

Offline CVAB

  • Gran Maestro Charatanico
  • *****
  • Post: 971
    • Mostra profilo
Re: Incendio alla Compagnia Toscana Sigari
« Risposta #26 il: 29 Ottobre 2017, 12:08:02 »
In questo caso diventerebbe

"Moretto - Il toscano cotidiano per esperti soli"
 ;D
"I’m going back to Kansas City..."
https://youtu.be/-X3hdFWmerQ