Autore Topic: Invecchiamento del tabacco  (Letto 7372 volte)

Offline Cristiano

  • Moderatore globale
  • Sovrano Grande Pipatore Generale
  • *****
  • Post: 6878
    • Mostra profilo
    • http://www.studiolegaleciani.it
    • E-mail
Re:Invecchiamento del tabacco
« Risposta #75 il: 13 Aprile 2017, 15:01:40 »
Of noble distinction
"Bohhh tieniti le tue adorate dunhill e pipe da snobe i tuoi tabacchi da bancarella del mercato" Cit. toscano f.e.

Cave Secretarium

www.studiolegaleciani.it

Offline RHODESIAN

  • Gran Maestro Charatanico
  • *****
  • Post: 918
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Invecchiamento del tabacco
« Risposta #76 il: 14 Aprile 2017, 23:30:58 »
Io lo amo in purezza, talora con un pizzico di Garibaldi, ma in realtà quasi sempre in purezza. Ultimamente ho provato a mischiarlo col MCB Navy Flake, nella proporzione di 25%PL 75% Navy. Arrotonda qualche asperità del Navy e gli conferisce un po' di flavour cacao. Resta immutato che il Pl7 è un capolavoro di concezione in relazione alla sua funzione. Taglio flake, ma particolare facile alla sbriciolatura, che garantisce combustione lunga e lenta. Sapore ruffiano. Prezzo da competizione. Non per nulla, mi dice qualche tabaccaio specializzato, è tra i più venduti. Non va chiesto al PL7 più di quello che può dare. Ma quello che dà è tanto.

Sono molto d'accordo con quello che scrivi, anche se, al contrario di te, io lo preferisco miscelato.
Trovo che riesca a togliere la stucchevolezza a chi ne ha troppa e, stranamente, al contempo restituisce dolcezza dove manca.
Al momento, ad esempio, lo sto fumando assieme al Navy Flake ed al Golden Blend e mi sembra che sia riuscito ad "arrotondare" la miscela, rendendola anche più "piena" al gusto ed al "tatto".
Fumato da solo gli preferisco il Navy Flake, che trovo un prodotto di tutto rispetto, che non mi fa rimpiangere in alcun modo prodotti decisamente più "blasonati"
...e attribuirete alla vostra pipa la strana facoltà di fumarvi

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1614
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Invecchiamento del tabacco
« Risposta #77 il: 15 Aprile 2017, 15:33:02 »
Si Rho il mischio (del PL7)  tra parenti stretti col Golden MacB e abbastanza stretti proprio come il rivale complementare Amohora Orginial è un capitolo interessantissimo e poco battuto. Per me la morte (non pratica che quella la decidiamo nei fatti come nei diacorsi sopra) sua è con Panettoni cream nutty caffè coccolade e i Black Cavendish in QUALSIASI proporzione invertibile (da 95-5 all inverso); nei fifty fifty o similari, consiglio catafotterlo a strappetti per lungo con l ingrediente allotrio tra le spire ;D
« Ultima modifica: 15 Aprile 2017, 15:39:23 da Nic Salamandra »
siamo inthopici fino in fondo

Offline RHODESIAN

  • Gran Maestro Charatanico
  • *****
  • Post: 918
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Invecchiamento del tabacco
« Risposta #78 il: 15 Aprile 2017, 19:47:48 »
Si Rho il mischio (del PL7)  tra parenti stretti col Golden MacB e abbastanza stretti proprio come il rivale complementare Amohora Orginial è un capitolo interessantissimo e poco battuto. Per me la morte (non pratica che quella la decidiamo nei fatti come nei diacorsi sopra) sua è con Panettoni cream nutty caffè coccolade e i Black Cavendish in QUALSIASI proporzione invertibile (da 95-5 all inverso); nei fifty fifty o similari, consiglio catafotterlo a strappetti per lungo con l ingrediente allotrio tra le spire ;D

Vero, anche l'Amphora Original, anche se in misura leggermente minore, mi sembra svolgere più o meno la stessa funzione del PL7.
Io l'ho apprezzato molto, proprio come tu dici, miscelato con il Larsen Classic Simply Unique.

Comunque trovo che tabacchi eclettici come il PL7 e l'Original, come giustamente sottolinei, siano davvero rari.
La cosa curiosa, e un po' difficile da spiegare per me, è che comunque si tratta di tabacchi "conditi" con discrete dosi di Cacao, quindi di per se caratterizzati da gusto ed aroma propri, che in teoria non farebbero supporre questa loro propensione alla miscela. Io pensavo infatti che, in teoria, i tabacchi più "associabili" fossero quelli più neutri o naturali, ma evidentemente non è così.

Tra l'altro, sia l'Original che il PL7 li ho trovati ottimi anche con i più "naturali" francesi che, erroneamente, credevo fossero difficilmente miscelabili.
« Ultima modifica: 15 Aprile 2017, 19:50:29 da RHODESIAN »
...e attribuirete alla vostra pipa la strana facoltà di fumarvi

Offline Cristiano

  • Moderatore globale
  • Sovrano Grande Pipatore Generale
  • *****
  • Post: 6878
    • Mostra profilo
    • http://www.studiolegaleciani.it
    • E-mail
Re:Invecchiamento del tabacco
« Risposta #79 il: 15 Aprile 2017, 20:50:43 »
Il sentore di cacao è dato in parte dal burley. Il pl7 non pare essere oggetto di grandi addizioni
"Bohhh tieniti le tue adorate dunhill e pipe da snobe i tuoi tabacchi da bancarella del mercato" Cit. toscano f.e.

Cave Secretarium

www.studiolegaleciani.it

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1614
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Invecchiamento del tabacco
« Risposta #80 il: 15 Aprile 2017, 22:09:04 »
Amphoras e francesi è la morte reciproca. La storica guida in plannig giallo di Fincato se ricordo bene, raccomandava Gitane Mais, o Saint Claude, con Verde e un goccio di Porto. Ma va benissimo il Rosso e dunque non male il marrone. Il Pl è modern regular taste, dunque miraramente addizionato, di Burley e Virginia. L Amphora un Cavendish misturoso con orientali che ricalca lo stesso principo. Nel Park Lane gli agenti sono di abbondante casing mirato. Nella Amphoras vengono fermentati insieme e pressati nel procedimento. Nel PL gli elementi sparpagliati ma curati miratamente, vengono pressati per mera funzione merceologica, credo. .
siamo inthopici fino in fondo

Offline RHODESIAN

  • Gran Maestro Charatanico
  • *****
  • Post: 918
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Invecchiamento del tabacco
« Risposta #81 il: 16 Aprile 2017, 08:11:08 »
Il sentore di cacao è dato in parte dal burley. Il pl7 non pare essere oggetto di grandi addizioni

Gli "additivi" stanno intorno al 20%, compreso circa il 12,5% di zuccheri, di cui il cacao è il 2,4%, la liquirizia l'1,5% più altri agenti di sapore/aroma non meglio specificati per circa l'1%.


...e attribuirete alla vostra pipa la strana facoltà di fumarvi

Offline Cristiano

  • Moderatore globale
  • Sovrano Grande Pipatore Generale
  • *****
  • Post: 6878
    • Mostra profilo
    • http://www.studiolegaleciani.it
    • E-mail
Re:Invecchiamento del tabacco
« Risposta #82 il: 16 Aprile 2017, 12:45:25 »
Il porto me lo berrei. Ruby ovviamente
"Bohhh tieniti le tue adorate dunhill e pipe da snobe i tuoi tabacchi da bancarella del mercato" Cit. toscano f.e.

Cave Secretarium

www.studiolegaleciani.it

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1614
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Invecchiamento del tabacco
« Risposta #83 il: 18 Aprile 2017, 11:11:19 »
Si certo anche io, ma la fase degli sfottò di prammatica su quei planning anni 70 sono ormai più arcaici e inattuali di loro... Quei miscugli taluni geniali e quell emporio di liquoreria inthopica riportava a una libido poliedrica su cui la capiscitoria monocorde e rotarista ha steso cemento e disseccato radici bellissime e molte fin anco sapienti... Cin cin da cavendish cigar leaf transalpino e nettare portoghese
siamo inthopici fino in fondo

Offline StefanoG

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 2085
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Invecchiamento del tabacco
« Risposta #84 il: 18 Aprile 2017, 16:42:09 »
Si, concordo con Rhodesian, anche io alla fin fine preferisco il PL7 se tagliato con altri
tabacchi, come Rhodesian trovo pure io che finisca per migliorare un po tutto quel che
diluisce ed egli stesso mi pare giova del taglio, non finisce mai per essere soffocato
dal gusto di altre miscele, stempera dove vi è il bisogno di diluire o, rinforza dove serve,
conduce rotondità, porta dolcezza ma, anche una certa quantità lieve di nota amarognola...
lo trovo adatto un po a tutto, ad oggi però non ho osato ancor un taglio con un Em,
ci sono cose che ancor oggi io non taglio proprio, quali le Em e i flake di Virginia Perique,
non si toccano, almeno per me.
Nel PL7 la liquirizia io non la sento, non dico non ci sia solo che non la sento,
sento l'amarognolo dato dal burly fresco, riconoscibilissimo è il Virginia che in boca
si impasta e bene con il burley ma, basta portare la pipa al naso che ecco irrompere
il tipico odore del Virginia e, non è poco affatto. Il cacao beh si sa, ...il sapore è quello,
però ho i miei bei grossi dubbi che sia il burely a donare tale aroma e gusto, è
troppo marcante per essere solo burely ad infondere ciò, un sapiente ritocchino
culinario vi è...
Sul Orginal di Amphora beh, a me pare fosse più adatto al taglio il fu Regular o,
il primo Orginal Blend, questo nuovo Orginal mi pare che spesso finisca per subire
molto le miscele sulle quali va inserendosi , oserei dire, sparisca.
« Ultima modifica: 18 Aprile 2017, 16:48:15 da StefanoG »

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1614
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Invecchiamento del tabacco
« Risposta #85 il: 18 Aprile 2017, 22:56:49 »
La liquirizia è in sentibile, è un pilastro del casing ma guardati da chi dice o scrive che ci si simula falso Latakia o altro. Non esistono miscele che ne sappiano pur molte avendone parecchia, così come non ne sa un gelato a quel gusto. Semplicemente, funziona come ricalcatura x evidenziare toni altri. La liquirizia sa di se stessa solo al 100 o quasi x 100, in stecco o carboncino...
« Ultima modifica: 18 Aprile 2017, 22:59:29 da Nic Salamandra »
siamo inthopici fino in fondo

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1614
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Invecchiamento del tabacco
« Risposta #86 il: 18 Aprile 2017, 23:06:51 »
Che le Em attuali siano roba da non tagliare, è opinione libera. X me, a parte la purezza in epoche e situazioni e singoli esemplari storici un cui era importante un acuto in purezza, nulla è così ben niscellabile integrabile buon integratore d una Em. Ma il PL no, le ottunde....per quelle il referente è l Amphora marrone (e al limite anche di altri colori)
siamo inthopici fino in fondo

Offline StefanoG

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 2085
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Invecchiamento del tabacco
« Risposta #87 il: 19 Aprile 2017, 10:31:03 »
Buono a sapersi, prendo nota

Offline RHODESIAN

  • Gran Maestro Charatanico
  • *****
  • Post: 918
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Invecchiamento del tabacco
« Risposta #88 il: 19 Aprile 2017, 10:46:42 »
Che le Em attuali siano roba da non tagliare, è opinione libera. X me, a parte la purezza in epoche e situazioni e singoli esemplari storici un cui era importante un acuto in purezza, nulla è così ben niscellabile integrabile buon integratore d una Em. Ma il PL no, le ottunde....per quelle il referente è l Amphora marrone (e al limite anche di altri colori)

In effetti era classicissima la miscela EM + Amphora marrone (o italia, ecc.).
L'unica cosa è che mi sembra che questo Original si discosti abbastanza dal concetto del fu Regular (marrone), come d'altra parte avviene anche per le EM, che solo parzialmente ricordano ciò che furono quando la competizione tra Balkan Sobranie e Dunhill era ai massimi livelli..

Detto questo, per Stefano, penso che sia proprio quella sorta di neutralità che, come dici tu, lo fa "sparire", che (imho) lo rende idoneo ad una miscelazione con tabacchi tipo EM, che sarebbero solo parzialmente "diluite", senza discostarsi più di tanto dal gusto originale, almeno in teoria.
Nei miei ricordi, infatti, la diluizione dal Balkan Bianco, o della Standard medium Dunhill, con l'Amphora Regular, per motivi prettamente economici, non inficiava più di tanto sul gusto. Semmai impediva in ambienti piccoli, il mal di testa da latakia lamentato spesso da esemplari di sesso femminile... non fumatrici
...e attribuirete alla vostra pipa la strana facoltà di fumarvi

NCH

  • Visitatore
Re:Invecchiamento del tabacco
« Risposta #89 il: 19 Aprile 2017, 12:19:20 »
Io, a torto o a ragione, appartengo al gruppo di quelli che le EM, in senso lato, non le miscelano mai, eventualmente tra loro se mi rimane qualche fondo  confezione insufficiente per riempire la pipa.
Ma, in generale, non miscelo quasi mai, se non coostretto, come in questi giorni faccio col Timm 750 che fumato in solitario mi brasa le mucose.