Autore Topic: Double Comfort  (Letto 11550 volte)

Offline birdeye

  • Apprendista dell’Accensione Fatua
  • ****
  • Post: 30
    • Mostra profilo
Double Comfort
« il: 14 Novembre 2005, 16:53:47 »
Come voi ben sapete (punto, due punti, virgola, punto e virgola…a capo), “Double Comfort”  è il nome del brevetto introdotto da Charatan – siamo negli anni sessanta, durante la cosiddetta “era Lane” – per designare una particolare conformazione del bocchino. Il DC (“Double Comfort”), infatti, si caratterizza  per la presenza di una seconda “selletta” in prossimità dell’imboccatura del bocchino (vedi foto qui sotto). Ora, lasciando qui perdere la pur legittima domanda se tale accorgimento aumenti realmente l’ergonomia del bocchino, resta il problema – che vale almeno per il sottoscritto – che i bocchini “DC” sollevano non poche grane durante le operazioni di lucidatura del bocchino stesso.

Intanto va accuratamente evitato l’utilizzo di spazzole circolari montate sul trapano, data la quantità di “angoli vivi” presenti sui bocchini “DC”, che così rischierebbero di essere fastidiosamente smussati. Resta la tecnica manuale supportata dall’impiego di carte e paste abrasive (e lucidanti), ma anche qui il rischio di compromettere la vividezza degli angoli resta in agguato se non si procede con estrema cautela. Oltre a ciò, ho come l’impressione che l’ebanite dei bocchini Charatan sia molto “gommosa”, quantomeno molto più morbida – per esempio – di quella dei bocchini Dunhill. Questo rende i bocchini Charatan meno trattabili in fase di raschiatura dell'ossidazione. Insomma bisogna lavorare di fino e io ci metto almeno un paio d’ore per raggiungere un risultato soddisfacente. Argh! Attendo vostre impressioni ed esperienze in merito.

PS1: Uno degli amministratori potrebbe correggere il refuso nel mio nick : da brideye a birdeye? Grazie!

PS2: Come s'ineriscono immagini da file?
Proxima fermata, Centauri.

Offline Cristiano

  • Moderatore globale
  • Sovrano Grande Pipatore Generale
  • *****
  • Post: 6912
    • Mostra profilo
    • http://www.studiolegaleciani.it
    • E-mail
Double Comfort
« Risposta #1 il: 14 Novembre 2005, 17:41:35 »
essendo assai poco versato nei lavori manuali (tranne taluni di cui ero esperto nella mia adolescenza, absit iniuria verbis) io mi rivolgo, per la bisogna a professionisti....
"Bohhh tieniti le tue adorate dunhill e pipe da snobe i tuoi tabacchi da bancarella del mercato" Cit. toscano f.e.

Cave Secretarium

www.studiolegaleciani.it

Offline samael

  • Moderatore globale
  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 2742
    • Mostra profilo
Double Comfort
« Risposta #2 il: 14 Novembre 2005, 19:00:35 »
Ho imparato a odiare cordialmente i bocchini DC Charatan's, per tutti i motivi  giustamente ricordati da Birdeye... in più, non li sento per niente comodi, anzi.. senza contare che, con le ripetute scartavetrate necessarie al momento dell'ingiallimento, si rischia di portare via il logo CP e questo sarebbe proprio un guaio per i collezionisti maniacali quali noi siamo.. :)

uffa..

che qualcuno sappia, esiste la possibilità di richiedere bocchini di ricambio originali Charatan's? non che ne abbia bisogno, ma nel caso almeno potrò rilassarmi quando li lustro...  :wink:

Offline Cristiano

  • Moderatore globale
  • Sovrano Grande Pipatore Generale
  • *****
  • Post: 6912
    • Mostra profilo
    • http://www.studiolegaleciani.it
    • E-mail
Double Comfort
« Risposta #3 il: 14 Novembre 2005, 20:39:07 »
Massimo Musicò riesce a ripristinare il bocchino facendo una sostituzione parziale, in modo da preservare l'originale nella parte che riporta logo e brevetto.
"Bohhh tieniti le tue adorate dunhill e pipe da snobe i tuoi tabacchi da bancarella del mercato" Cit. toscano f.e.

Cave Secretarium

www.studiolegaleciani.it

Offline TheGatesOfFate

  • Cavaliere Latakita
  • *****
  • Post: 211
    • Mostra profilo
    • http://www.edonismo.org
    • E-mail
Double Comfort
« Risposta #4 il: 14 Novembre 2005, 21:47:30 »
Il DC purtroppo ha questi odiosi inconvenienti, e nei modelli con il bocchino particolarmente largo, è anche molto "scomodo".

La vulcanite usata è particolare. Nelle pipe più vecchie dell'ex magazzino di Basciano il bocchino era diventato verde.

Se si vuole mantenere la pipa in modo che rimanga originale(collezionismo) non restano che 3 soluzioni:
1)Lavorare di gomito per ore col panno Castello(assicuro che fa miracoli)
2)Lavorare per ore con panno e "cremetta" dunhill
3)Farsi fare un bocchino nuovo e fumare con quello, tenendo nel cassetto il prezioso cimelio originale(magari diverrà verde ma resterà originale).

Non amo le carte abrasive, preferisco spendere qualche tempo in più con creme e panni, che rischiare di danneggiare l'oggetto.

E' impossibile reperire bocchini originali con facilità. Ed anche se si trovassero non sarebbe facile per l'utente comune scegliere quello dell'epoca giusta della pipa. Charatan ha molte fasi, ognuna delle quali riconoscibile proprio dal bocchino.

Ricostruire l'originale in toto o in parte creerebbe un oggetto non più originale.

Saluti.
"E' duro essere religiosi quando certe persone non vengono mai incenerite da un fulmine..." (Bill Watterson)

Offline mificrozet

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1173
    • Mostra profilo
    • http://www.tippete.it
Double Comfort
« Risposta #5 il: 14 Novembre 2005, 21:52:53 »
Citazione da: "samael"


Si rischia di portare via il logo CP e questo sarebbe proprio un guaio per i collezionisti maniacali quali noi siamo



Ecco ... dirlo prima no ?

 :cry:

Ho purtroppo tempo fa fatto questa fesseria lucidando il bocchino di una Charatan ... e non era neppure mia ...

 :(
Inglesi ... gente che correva nuda dietro una marmotta quando noi già s'accoltellava un Giulio Cesare !

Offline TheGatesOfFate

  • Cavaliere Latakita
  • *****
  • Post: 211
    • Mostra profilo
    • http://www.edonismo.org
    • E-mail
Double Comfort
« Risposta #6 il: 14 Novembre 2005, 22:01:19 »
Citazione da: "mificrozet"
Citazione da: "samael"


Si rischia di portare via il logo CP e questo sarebbe proprio un guaio per i collezionisti maniacali quali noi siamo



Ecco ... dirlo prima no ?

 :cry:

Ho purtroppo tempo fa fatto questa fesseria lucidando il bocchino di una Charatan ... e non era neppure mia ...

 :(



Mettci un "rombetto" bianco di fianco, e di al proprietario che le charatan in realtà erano fatte dalla Raganella di Loreto.
Motiva infine il gesto asserendo che la pipa stava entrando in crisi di identità e ti faceva pena vederla soffrire.  :lol:
"E' duro essere religiosi quando certe persone non vengono mai incenerite da un fulmine..." (Bill Watterson)

Offline birdeye

  • Apprendista dell’Accensione Fatua
  • ****
  • Post: 30
    • Mostra profilo
Double Comfort
« Risposta #7 il: 14 Novembre 2005, 22:44:26 »
Citazione da: "TheGatesOfFate"


(...)
1)Lavorare di gomito per ore col panno Castello(assicuro che fa miracoli)
(...)


Azz...io il panno Castello (quello con un lato marrone e l'altro bianco; giusto?) lo uso per lucidare le teste. Funziona anche con l'ebanite?  :idea:
Proxima fermata, Centauri.

Offline samael

  • Moderatore globale
  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 2742
    • Mostra profilo
Double Comfort
« Risposta #8 il: 15 Novembre 2005, 01:02:44 »
ecco, vedete che un giovane collezionista parvenu come me impara sempre cose nuove? che è il panno Castello?  :?:

Offline TheGatesOfFate

  • Cavaliere Latakita
  • *****
  • Post: 211
    • Mostra profilo
    • http://www.edonismo.org
    • E-mail
Double Comfort
« Risposta #9 il: 15 Novembre 2005, 09:17:36 »
Daniele,
quello che ho io ha un lato bianco e uno blu. Forse lo fanno di diversi colori...
Comunque me lo diede Mario Lubinski moltoooo tempo fa, dicendo:Prova!
Io ho provato su tutte le parti delle varie pipe(radica e bocchino) e l'impressione è che funzioni a meravglia.

Sama,
il panno castello non è altro che un panno venduto col marchio Castello in una simpatica scatolina di color avana, ove c'è scritto: Panno pulente.
Il panno è composto da 2 tessuti diversi: uno bianco e uno blu.
Sul tessuto bianco c'è scritto: 100% Cotton(do not wash), Made in Italy by il Sacchetto snc, Venegono sup(VA)
Sul tessuto blu c'è scritto: 100% Silicon wax, Faster polishing cloth.

Lucidare pipe con tale "ammennicolo" sembra dare risultati soddisfacenti. Evidentemente la parte blu del panno rilascia la dichiarata "silicon wax", che fa un po' le veci della classica carnauba, senza dover avere(per distribuirla) una "spazzola rotante"(tipo Golddake)  :wink:

P.s. dicono che tale panno Castello non sia propriamente "economico". Non saprei dirti quanto costa di preciso, visto che l'ho avuto in regalo.
"E' duro essere religiosi quando certe persone non vengono mai incenerite da un fulmine..." (Bill Watterson)

Offline EVA01

  • Principe Balkano-Inglese
  • *****
  • Post: 179
    • Mostra profilo
    • http://www.la-pipa.it
    • E-mail
Double Comfort
« Risposta #10 il: 15 Novembre 2005, 09:23:01 »
Una volta lustri, i bocchini si mantengono eccezionalmente bene se coperti con una guainetta di panno (o stoffa) creata per la bisogna dall'amorevole consorte (o self-made, se la consorte recalcitra). In alternativa, se l'uso della pipa non è frequentissimo, funziona perfettamente anche la carta velina atta a bendare il bocchino.

Dunque, non sarà un rimedio esteticamente bello, ma vi assicuro che allunga di molto la vita della lucidatura dell'ebanite.
Provare per credere :wink:
Non finisco mai di imparare!

Offline mificrozet

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1173
    • Mostra profilo
    • http://www.tippete.it
Double Comfort
« Risposta #11 il: 15 Novembre 2005, 09:23:39 »
Mi sembra molto simile al metodo Aqualong, un velo di silicone e poi olio di gomito !
Inglesi ... gente che correva nuda dietro una marmotta quando noi già s'accoltellava un Giulio Cesare !

Offline birdeye

  • Apprendista dell’Accensione Fatua
  • ****
  • Post: 30
    • Mostra profilo
Double Comfort
« Risposta #12 il: 15 Novembre 2005, 10:07:51 »
Ieri sera ho eseguito la seguente prova su un bocchino di una vetusta Savinelli Reject :

1) Vari passaggi con un batuffolo di cotone idrofilo imbevuto di alcol purissimo (96%) per rimuovere gli strati più superficiali di ossidazione.
2) Ripetuti passaggi con carta vetro da 1200 per rimuovere il resto dell’ossidazione.
3) Vari passaggi di pasta lucidante (avuta in regalo dal buon Maccaferri/Artebano di Bologna) applicata su un panno in feltro morbido.
4) Tocco finale con panno Castello

Durata dell’operazione; ca. 2 ore. Purtroppo non possiedo la macchina fotografica digitale, ma vi assicuro che il risultato è eccellente, anche se il bocchino in questione era di tipo “tapered bit” di una Lovat, quindi non presentava i problemi dei bocchini “DC” di Charatan di cui si parlava.
Proxima fermata, Centauri.

Offline Cristiano

  • Moderatore globale
  • Sovrano Grande Pipatore Generale
  • *****
  • Post: 6912
    • Mostra profilo
    • http://www.studiolegaleciani.it
    • E-mail
Double Comfort
« Risposta #13 il: 15 Novembre 2005, 13:25:31 »
analoghi prodotti: il panno "magico" Savinelli (azzurro e beige) e quello, storico, della Dunhill (rosso)
"Bohhh tieniti le tue adorate dunhill e pipe da snobe i tuoi tabacchi da bancarella del mercato" Cit. toscano f.e.

Cave Secretarium

www.studiolegaleciani.it

Offline Psicoblu

  • Gran Maestro Charatanico
  • *****
  • Post: 698
    • Mostra profilo
Double Comfort
« Risposta #14 il: 15 Novembre 2005, 14:39:37 »
Scusate ehhh.....ma ogni quanto le lucidate le pipe??
E i bocchini poi??


A me il DC (oddio ne posseggo solo uno) pare comodissimo!!
"Io vo' gustar quanto più posso dell'opra divina!"
Tosca-2° atto-Puccini

Offline Slow

  • Capo del Fornello
  • *****
  • Post: 302
    • Mostra profilo
Double Comfort
« Risposta #15 il: 15 Novembre 2005, 15:00:10 »
Citazione da: "TheGatesOfFate"

P.s. dicono che tale panno Castello non sia propriamente "economico". Non saprei dirti quanto costa di preciso, visto che l'ho avuto in regalo.


io ne ho un paio, ed entrambi li ho ricevuti in regalo (uno da Chino Coppo in persona quando ho visitato il suo laboratorio). Funzionano, sì, ma mai quanto quello rosso/rosa della dunhill, rispetto al quale il panno castello è una sorta di controfigura.
sui panni, dunhill-castello 1:0
e sulle pipe?  :wink:  :lol:
il pessimo Slow

Offline birdeye

  • Apprendista dell’Accensione Fatua
  • ****
  • Post: 30
    • Mostra profilo
Double Comfort
« Risposta #16 il: 15 Novembre 2005, 15:34:53 »
Citazione da: "Slow"
Citazione da: "TheGatesOfFate"

P.s. dicono che tale panno Castello non sia propriamente "economico". Non saprei dirti quanto costa di preciso, visto che l'ho avuto in regalo.


io ne ho un paio, ed entrambi li ho ricevuti in regalo (uno da Chino Coppo in persona quando ho visitato il suo laboratorio). Funzionano, sì, ma mai quanto quello rosso/rosa della dunhill, rispetto al quale il panno castello è una sorta di controfigura.
sui panni, dunhill-castello 1:0
e sulle pipe?  :wink:  :lol:


Slow, mi sbalordisci! Una volta tanto che una pipa "italiana" è prodotta in Inghilterra, tu non ne sai nulla! Le Castello le fa la Dunhill!    :lol:  :lol:
Proxima fermata, Centauri.

Offline DoctorPipe

  • Cavaliere del Perique Ben Pronunciato
  • *****
  • Post: 154
    • Mostra profilo
Double Comfort
« Risposta #17 il: 08 Gennaio 2009, 17:56:25 »
Il doppio conforto (DC) fa talmente ca**** , esteticamente parlando, che in caso di consunzione prima si porta un cero di ringraziamento al più vicino santuario e poi si va da un buon artigiano a farsi fare un bocchino normale. Dopodichè si rimira soddisfatti la pipa pensando a quanto è migliorata!
 :D  :D  :D
L'uomo è come un soffio, i suoi giorni come ombra che passa (Sal. 143,4)

Offline Cristiano

  • Moderatore globale
  • Sovrano Grande Pipatore Generale
  • *****
  • Post: 6912
    • Mostra profilo
    • http://www.studiolegaleciani.it
    • E-mail
Double Comfort
« Risposta #18 il: 09 Gennaio 2009, 11:12:50 »
eretico!!!
"Bohhh tieniti le tue adorate dunhill e pipe da snobe i tuoi tabacchi da bancarella del mercato" Cit. toscano f.e.

Cave Secretarium

www.studiolegaleciani.it

Offline Marlon

  • Apprendista dell’Accensione Fatua
  • ****
  • Post: 34
    • Mostra profilo
Double Comfort
« Risposta #19 il: 09 Gennaio 2009, 15:10:17 »
Boh, non so. Ho letto tutto il 3d e ho notato che quasi tutte le opinioni, riguardo al DC, sono negative. Io possiedo una sola Charatan (Mayfair) col bocchino DC. Devo dire che è comoda, come dice il nome stesso; adesso, se doppiamente o triplamente non so, ma è comoda tenerla in bocca. In effetti il bocchino è di ebanite e un po' mi si è scolorato, anche se non l'ho fumata granché. Forse in me il problema, evidenziato da molti, non si presenta in quanto sono un maldestro artigiano lucidatore-riparatore, per cui, in caso di bisogno, consegno tutto al mio tabaccaio che provvede a farmi rifare un bocchino nuovo o a farlo lucidare.
Salutissimi.
A proposito, scusate l'OT: come sono le Charatan? Che voti date a queste pipe? Sufficiente, buono? Distinto?
"Tutti questi popoli e tutte le cose dell’universo si uniscono a voi che fumate la pipa, tutti mandano le loro voci a Wakan Tanka. Quando pregherete con questa pipa pregherete per e con ogni cosa"
(da: Alce Nero, "La Sacra Pipa")

Offline Cristiano

  • Moderatore globale
  • Sovrano Grande Pipatore Generale
  • *****
  • Post: 6912
    • Mostra profilo
    • http://www.studiolegaleciani.it
    • E-mail
Double Comfort
« Risposta #20 il: 10 Gennaio 2009, 16:17:52 »
Non si può fare un discorso generale sulle Charatan. Tutto dipende dal periodo di produzione. Pre o post Dunhill, pre o post Lane ecc. Io ho quattro esemplari di Prescott, uno, sabbiato, addirittura sixtie, e sono tutte grandi pipe. La produzione corrente, se non sbaglio, è appaltata da Dunhill a una ditta di St Claude
"Bohhh tieniti le tue adorate dunhill e pipe da snobe i tuoi tabacchi da bancarella del mercato" Cit. toscano f.e.

Cave Secretarium

www.studiolegaleciani.it

Offline Marlon

  • Apprendista dell’Accensione Fatua
  • ****
  • Post: 34
    • Mostra profilo
Double Comfort
« Risposta #21 il: 10 Gennaio 2009, 17:24:50 »
Ti ringrazio della risposta, Cristiano. Sì, che io sappia le Charatan ora le fanno in Francia. Così come le Parker. Un conto, ad esempio, sono le vecchie Parker "made IN London" (ne ho 4 tutte strepitose), altro conto sono quelle attuali "OF London".
Passo e chiudo dall'Inghilterra...
"Tutti questi popoli e tutte le cose dell’universo si uniscono a voi che fumate la pipa, tutti mandano le loro voci a Wakan Tanka. Quando pregherete con questa pipa pregherete per e con ogni cosa"
(da: Alce Nero, "La Sacra Pipa")

Offline mificrozet

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1173
    • Mostra profilo
    • http://www.tippete.it
Double Comfort
« Risposta #22 il: 10 Gennaio 2009, 17:27:50 »
Secondo me sono brutte, a prescindere, non ho mai visto una Charatan che avesse una linea che, seppur lontanamente, mi attirasse, ne ho una in verità, ma l'ho fumata solamente un paio di volte.
Inglesi ... gente che correva nuda dietro una marmotta quando noi già s'accoltellava un Giulio Cesare !

Offline DoctorPipe

  • Cavaliere del Perique Ben Pronunciato
  • *****
  • Post: 154
    • Mostra profilo
Double Comfort
« Risposta #23 il: 10 Gennaio 2009, 17:46:02 »
Io ho parlato solo di estetica. Che io sappia le Charatan senza Double Comfort sono solo le primissime, quasi introvabili nuove. E forse quelle di produzione attuale.
L'uomo è come un soffio, i suoi giorni come ombra che passa (Sal. 143,4)

Onofrio del Grillo

  • Visitatore
Re:Double Comfort
« Risposta #24 il: 27 Marzo 2014, 11:21:21 »
Io ho parlato solo di estetica. Che io sappia le Charatan senza Double Comfort sono solo le primissime, quasi introvabili nuove. E forse quelle di produzione attuale.

Io ne ho una "senza" e due "con" (versione Abbagnale, ahahahahah ;D ;D ;D )*.
Preferisco quella "senza" (IMMHO) per ragioni tecnico-costruttive di cui parlerò in futuro in una discussione dedicata.
Quelle "con" sono esteticamente discutibili (IMMHO) ed sono scarsamente ergonomiche (IMMHO) per me che uso tenere la pipa tra l'indice il medio ed il pollice.

Corro ad accendere quella "senza".

*è una battuta, non esiste la versione Abbagnale. Colgo l'occasione per ribadire che i fratelli Abbagnale, Carmine Giuseppe ed Agostino, sono persone e sportivi eccezionali, vanto ed orgoglio dell'Italia intiera.

Offline santi bailor

  • Cavaliere del Curapipe di bronzo
  • *****
  • Post: 383
    • Mostra profilo
    • ao
Re:Double Comfort
« Risposta #25 il: 27 Marzo 2014, 13:02:12 »
Il double comfort ha lo stesso discreto fascino delle volvo serie 7
Certo, se la 740 era la versione base, la 760 rappresentava il concetto di lusso della casa, mentre la 780 altro non era che una 760 a due porte, ostentando una certa dinamicità vagamente sportiveggiante.

HMCIM

Offline StefanoG

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 2085
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Double Comfort
« Risposta #26 il: 27 Marzo 2014, 13:13:55 »
Ma forse la Volvo per eccellenza era la Pollar...la ricordate ?
Io, comunque un giretto su queste Volvo me lo farei   ;D

Offline StefanoG

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 2085
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Double Comfort
« Risposta #27 il: 27 Marzo 2014, 13:30:35 »
ahooo ma quanto me piacciono le macchinine...me sembra desser tornato bambino.

ps. il furgoncino rosso l'è tutto mio, c'è faccio la consegna der latte


VOLVO 780 EVOLUZIONI STORICHE

Offline santi bailor

  • Cavaliere del Curapipe di bronzo
  • *****
  • Post: 383
    • Mostra profilo
    • ao
Re:Double Comfort
« Risposta #28 il: 27 Marzo 2014, 13:40:16 »
Ma forse la Volvo per eccellenza era la Pollar...la ricordate ?

La polar, no pollar  ;D
Comunque le polar furono l'ultima evoluzione delle serie 2, 7 e 9 e in realtà erano versioni economiche di fine serie.
Le volvo a cui si associa l'immagine sono la 164 (quella con cui alberto sordi viene arrestato al confine in detenuto in attesa di giudizio) e soprattutto l'evoluzione  di questa, la serie 2, come la 264 o la più abbordabile 244.
per me la migliore volvo di sempre è questa, la 262, probabilmente perchè l'ha avuta per un breve periodo mio padre e mi ricorda indissolubilmente la fine anni 70, quando donna summer cantava hot stuff!

HMCIM

rais

  • Visitatore
Re:Double Comfort
« Risposta #29 il: 27 Marzo 2014, 14:16:13 »
semo lontani in tema de confort  ;D


Offline StefanoG

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 2085
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Double Comfort
« Risposta #30 il: 27 Marzo 2014, 14:36:20 »
azz... giusto Polar, sorry  ;D

Noi poveretti viaggiavamo su Polar, ed era già un lusso così :)

Bella quella Volvo, non me la ricordo e non mi ricordo neppure hot stuff hhmm mmm...strano, in quegli anni di musica ne masticavo, è che da giovane ascoltavo altro.
In quegli anni vivevo di casa vicino a due famiglie Svedesi,  abitavano davanti a casa mia, trasferiti per lavoro dalla Svezia per fare i dirigenti IKEA e SKF acciai, immancabile il loro babbo alto e biondo con la Volvo station wagon, bei ricordi soprattutto se penso alle loro figliole, aahh bei tempi ;)

Offline santi bailor

  • Cavaliere del Curapipe di bronzo
  • *****
  • Post: 383
    • Mostra profilo
    • ao
Re:Double Comfort
« Risposta #31 il: 27 Marzo 2014, 14:57:12 »
bei ricordi soprattutto se penso alle loro figliole, aahh bei tempi ;)
e a quer tenpo, er duble confo, che pippe!
HMCIM

Offline StefanoG

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 2085
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Double Comfort
« Risposta #32 il: 27 Marzo 2014, 16:43:37 »
 :D ;D