Autore Topic: Londra, 2004  (Letto 2927 volte)

Offline samael

  • Moderatore globale
  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 2737
    • Mostra profilo
Londra, 2004
« il: 06 Ottobre 2009, 14:48:45 »
LONDRA, 2004

Londra è spesso considerata la capitale mondiale del fumo con pipa. L’immagine stereotipata del gentleman inglese in tweed e dunhill in bocca è, però, appunto, solo uno stereotipo scomparso per sempre.
Mi spiego subito, descrivendo le tappe del viaggio nella capitale britannica.
DUNHILL Le pipe sono in un angolino. Personale irritante per la spocchia. 10,50 sterline a scatola.
FREIBOURG AND TREYER La grande casa di Haymarket ha chiuso. Al suo posto un negozio di paccottiglie per turisti, gestito da indiani, che però ha conservato la scritta. Allego, se riesco, foto.
ASTLEY Chiuso il “tempio” di Jermyn Strett al 109. Forse è in Burlington Arcade ma non l’ho visto.

Altra tragedia. Le scatole, le bellissime scatole delle EM deturpate dal necrologio SMOKING KILLS a ¾ e altre amene scritte.

NOTE POSITIVE
Il negozio Bonds di Oxford Street, ora gestito da pakistani, ha un assortimento incredibile di pipe e tabacchi.

MERCATINO DI ST JAMES’ esiste davvero e le pipe Milville unsmoked le vendono a cifre da 15 a 38 sterline. Ho preso una standard . Vi farò sapere come va.

HARRODS I grandi magazzini spenna turisti tengono sempre un bello spaccio di pipe e trinciati. Valido.

LE MIX DUNHILL, specialmente la 73. Carissime ma buonissime.

In definitiva, per la mia esperienza, la vera mecca del fumatore di pipa è Copenaghen (anche per la cultura della pipa che lì ancora c’è e a Londra non più) e non Londra.

P.S.
Prese molte mix. Cristiano
« Ultima modifica: 01 Ottobre 2017, 08:54:10 da Cristiano »