Autore Topic: Cosa state fumando?  (Letto 573482 volte)

Offline birdeye

  • Apprendista Fuma e Bevi
  • *****
  • Post: 46
    • Mostra profilo
Re:Cosa state fumando?
« Risposta #8310 il: 17 Ottobre 2019, 08:59:30 »
Che ci sia una quantità pletorica di etichette, loghi e griffe è innegabile, il problema semmai è l'uniformazione e omologazione dei processi di produzione che c'è dietro a tale varietà. Il fatto che marchi storici di tabacco siano confluiti in grandi gruppi (STG, Kohlhase & Kopp) ha reso inevitabile che certe peculiarità di questi tabacchi, legate alla specificità dei modi di preparazione dei singoli produttori, sia andata perduta. Di indole non sono un "passatista", ma quando penso al Navy Rolls, all'Elizabethan o al Durbar (che orientale!) "di una volta" non posso che provare una mesta e inestirpabile nostalgia.

@CVAB Per un caraibico dall'animo toscano (o viceversa) mi viene in mente l'ottimo "Tosbano" (detto anche "Due Mondi") del mitico Andrea Molinari, ma - ahimè - trattasi sempre di cose del passato...

Non sto fumando nulla in questo momento, ma se valgono anche le intenzioni di fumata, più tardi conto di caricare la mia Ruby Bark 4110 "Crosby" a Dark Flake.
« Ultima modifica: 17 Ottobre 2019, 09:01:50 da birdeye »
Proxima fermata, Centauri.

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1639
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Cosa state fumando?
« Risposta #8311 il: 17 Ottobre 2019, 11:42:49 »
ah l'omologazione, uso Marcuse in thopic (meglio OT credetemi), non il "monopolio"....
 
Il "monopolio" distributivo", se è orientato a volerlo fare, aiuta la Varietà (certo pro domo dominante di qualcuno ma non necessariamente uno) perché fa utili enormi sul lavoro "sporco" (stare sul terrirotio, rilanciare altrove giacenze etc... ci fosse la "libera" concorrenza nessuno si prenderebbe la briga di farlo per troppo scarso guadagno,troppo impegno a vuoto e incognite per convincere a caricare scaffali etc... per cui la troppa varietà risponderebbe al nulla).

Circa il Passatismo, lo sono e come... solo che ad esempio le EM mitologiche sono un espediente unico delle Major, una congiuntura materiale commerciale e tecnologica (non manifatturiera in senso tradizionale, dove quelle EM non esistevano, ma degli antecedenti assai "pasticciati"), fatalmente limitata nel tempo, ma che si è trovata ad immortalarsi nella grafica immortale delle confezioni, e i nostri ricordi appresso).

Dopo, perse quelle materie prime e quell'insieme di condizioni, anche di volontà economica, molto rare, è entrato il filotto della "Legislazione Britannica" (una bufala acclarata), per cui il problema erano le "nazionalità" delle manifatture d'appoggio, e non l'ovvio allontanarsi da un'epoca di "prestazioni" singolarissime...

A parte la questione Latakia, risolta con espedienti manifatturieri "in black" soprattutto nel mondo Britannico (73, N. 7 e BlacK Mallory Rattrays, Dunhill Gutab da inizio millennio etc..), il resto è pura volontà imprenditoriale e le mutazioni dei rapporti personali coi fornitori di materie prime, che cambiano di per loro, al di là ripeto del discorso Latakia, che ha abbondantissimi post già spesi... :)
« Ultima modifica: 17 Ottobre 2019, 11:52:12 da Nic Salamandra »
siamo inthopici fino in fondo

Offline birdeye

  • Apprendista Fuma e Bevi
  • *****
  • Post: 46
    • Mostra profilo
Re:Cosa state fumando?
« Risposta #8312 il: 17 Ottobre 2019, 13:49:51 »
Rettifico, a breve andrò a fumarmi questo siluro nicaraguense. Notare il portasigari pacchiano in omaggio (con interno foderato in cedro, però...eh!).
Proxima fermata, Centauri.

Offline CVAB

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1017
    • Mostra profilo
Re:Cosa state fumando?
« Risposta #8313 il: 17 Ottobre 2019, 18:49:57 »
Good evening, Metagrillath afternoon variante early morning ;D
"I’m going back to Kansas City..."
https://youtu.be/-X3hdFWmerQ

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1639
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Cosa state fumando?
« Risposta #8314 il: 18 Ottobre 2019, 08:40:34 »
E’ certamente anche grazie ad un mercato indiscutibilmente dinamico! Il tabaccco occupa un ruolo poco importante in una macroeconomia globalizzata e globalizzante quanto fondamentale negli aspetti di microeconomia locale di realtà mondiali locali e localizzate. Un commercio in espansione così come appare il commercio mondiale di ogni genere e natura, vede ormai marginalizzato il tabacco collocandolo quasi al fondo mentre fino a qualche decennio fa era, in particolare nelle Americhe, posizionato tra i primi dieci prodotti agrari scambiati sulle piazze internazionali. Lo scacchiere del commercio mondiale di tabacco deve tenere conto non solo della produzione, della trasformazione, della commercializzazione e della distribuzione grossistica e minutistica. Inoltre, va detto che gli sbocchi esteri sono importanti nel caso del tabacco, in quanto circa i due terzi della produzione mondiale di tabacco sono destinati ai mercati mondiali mentre noi siamo alla periferia del mondo. Un altro aspetto da tenersi in considerazione veniva posto all’attenzione dei forumisti su queste colonna già da tempo, ma ovviamente snobbato (non entro in merito), è quello della produzione del tabacco da rollo che ha dato un duro colpo al tabacco da pipa. Oggi, in Italia la situazione non è felice ma non è tragica. Come già detto ed evidenziato la scelta è notevole e la qualità non manca. Costa? Certo che costa. Tutto costa. E’ quello di una volta? Certo che non è quello, ma non è detto che sia peggiore. Aspettiamo per vedere la prossima manovra finanziaria per fare ulteriori considerazioni.
+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++
Kuoto, senza le Major del Tabacco ad esempio il mondo era nazista (poi dicono faccia male ;D), ed è assolutamente vero (contributo in spese belliche e pagamento rivoltando per patto a loro favore il tabagismo etnico degli sconfitti).... ora gli affari sono sempre spaventosi, la Pipa ha un ruolo ancillare, per capiscitores atkue esibitores atkue denarosensis, con rare eccezioni lì e soprattutto QUI, ma il dato della de-localizzazione, della economia e della ecologia "sostenibili", toccherebbe proprio l'Italia che avrebbe il doppio vantaggio d'aver coltivato tutte le specie come manco la wets coast (abbiamo pure gli Orientali diretti), gli è stato conservato un monopolio e una relativa autonomia grazie il ruolo finale nel Secondo Conflitto, e non abbiamo miscele nostre all'altezza... in questo è collocabile una "sana elegia agreste"; i pur ottimi ed emblematici stronzi e cordoni albionici, al di là d'una congrua salvaguardia, inducono evocazioni "rustiche" un tantinello kitsch.... Prima gli ITaliani! ;D



« Ultima modifica: 18 Ottobre 2019, 09:31:16 da Nic Salamandra »
siamo inthopici fino in fondo

Offline enrikon

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1092
    • Mostra profilo
Re:Cosa state fumando?
« Risposta #8315 il: 18 Ottobre 2019, 22:11:25 »
FVF in Upshall. Il modello non lo ricordo perché dopo qualche mese di sigari non ricordo più i nomi degli shape ;D

Offline caporaiss

  • Gran Maestro Charatanico
  • *****
  • Post: 788
    • Mostra profilo
Re:Cosa state fumando?
« Risposta #8316 il: 29 Ottobre 2019, 10:12:09 »
Moro in Anatra
La picciriddata è ingenua, il colpo di porco è voluto.

Godere delle sconfitte altrui è come essere impotenti e masturbarsi mentre ti trombano la moglie (Gianni Agnelli)

no capo no party ! (CVAB)

Offline Cristiano

  • Moderatore globale
  • Sovrano Grande Pipatore Generale
  • *****
  • Post: 6922
    • Mostra profilo
    • http://www.studiolegaleciani.it
    • E-mail
Re:Cosa state fumando?
« Risposta #8317 il: 29 Ottobre 2019, 11:12:57 »
Che ne pensate del rebranding Peterson operato da STG sui vecchi DUnhill?
"Bohhh tieniti le tue adorate dunhill e pipe da snobe i tuoi tabacchi da bancarella del mercato" Cit. toscano f.e.

Cave Secretarium

www.studiolegaleciani.it

Offline NCH

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1444
    • Mostra profilo
Re:Cosa state fumando?
« Risposta #8318 il: 29 Ottobre 2019, 12:29:40 »
Sono gli stessi dell'ultima produzione Dunhill/Orlik, stesso produttore, hanno comprato il diritto di usare le etichette ma non il marchio.
Per ora sono sei, in Italia tre ed i migliori, come già presso Lubinski, non ci sono, anche se li fanno già col nuovo marchio.
NAVY ROLLS
DARK FLAKE
FLAKE
I have a feeling we're not in Kansas anymore.

Offline birdeye

  • Apprendista Fuma e Bevi
  • *****
  • Post: 46
    • Mostra profilo
Re:Cosa state fumando?
« Risposta #8319 il: 29 Ottobre 2019, 13:32:43 »
Sta storia dei ei furono tabacchi Dunhill mi manda in confusione totale. In termini di sostanza, ossia di tabacco e di composizione che differenza c'è tra i "Dunhill" STG e quelli di Kohlhase & Kopp a etichetta McConnell?
Proxima fermata, Centauri.

Offline NCH

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1444
    • Mostra profilo
Re:Cosa state fumando?
« Risposta #8320 il: 29 Ottobre 2019, 13:40:33 »
Poi ci sono i Charatan ed i Wellauer ;D

I have a feeling we're not in Kansas anymore.

Offline Nic Salamandra

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1639
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Cosa state fumando?
« Risposta #8321 il: 29 Ottobre 2019, 14:33:29 »
Il problema della non-idoneità di repliche rispetto gli originali, è innanzitutto nostro (non capiamo che il marketing data la trasformazione "in classici" di edizioni limitate ha provato a fissare "fin troppo"  cose mutevoli in pardigmi fossili; e poi del Titolare... che come per le 126 "polacche" stava a Torino ma tutti parlavano di "nazionalità" dislocata, quando se mai gli ingegneri di Varsavia erano piuttosto abituati a macchine non-consumiste e praticamente indistruttibili...

Circa di descrivere cosa cambia, vattela a pesca... di certo ad esempio le EM sono molto manifatturizzate, più di quello che si crede...anche  le Classiche, non solo le false tali... quando tabacco da sigaretta (orientali)  e magari Bright dovevano fare un "coro" con tabacchi totalmente diversi, che bruciavano e scaldavano ciascuno a modo loro... se pensate che a secco un francese con dark air cured (cioè un tabacco molto fibroso e " freddo") in maggioranza, abbisogna del 10% di additivi, pensate quanto ne deve servire per "piallare in armonia" e senza irritazioni tutto il coro d'una EM di quella turgidezzza e quei tagli. Aspetti dunque tecnologici, micro manifatturieri, singolarità di contatti commerciali e relativi approvvigionamenti, modi d'investimento economico etc... se a ciò si aggiunge il fattore Latakia, cmnq crediblmente disquisito altrove, ripeto vattela a pesca.. In fondo il Black Cavndish quale toppa strutturale, ha fatto un lavorone, persino quasi nobile nella 73...Meno in seguito; ma fuori dalla Gran Bretagna qualcuno ha riprovato a rieditare quella "Classicità" (uso "Cotton&Sullivan), e abbiamo avuti, piacciono o meno, il BBBB e il Vintage Syrian...che però non hanno potuto riesumare i latakias di prima.

Ora ipoteticamente sarebbe il momento buono per avere citazioni oneste,  ben studiate, e non blob ignobili dentro tazze e scatole mitologiche...solo che i fattori micrologici dietro quelle immense personalità, sono miriadi e il rimontaggio del puzzle sembra al limite dell'Impossibile.... vedrem.. ::) :)
« Ultima modifica: 29 Ottobre 2019, 14:42:29 da Nic Salamandra »
siamo inthopici fino in fondo

Offline birdeye

  • Apprendista Fuma e Bevi
  • *****
  • Post: 46
    • Mostra profilo
Re:Cosa state fumando?
« Risposta #8322 il: 29 Ottobre 2019, 17:15:09 »
Questo è bbono...
Proxima fermata, Centauri.

Offline birdeye

  • Apprendista Fuma e Bevi
  • *****
  • Post: 46
    • Mostra profilo
Re:Cosa state fumando?
« Risposta #8323 il: 30 Ottobre 2019, 00:33:52 »
Appena finito il late night show, ehm smoke...
Proxima fermata, Centauri.

Offline Cristiano

  • Moderatore globale
  • Sovrano Grande Pipatore Generale
  • *****
  • Post: 6922
    • Mostra profilo
    • http://www.studiolegaleciani.it
    • E-mail
Re:Cosa state fumando?
« Risposta #8324 il: 30 Ottobre 2019, 15:15:48 »
Poi ci sono i Charatan ed i Wellauer ;D
Poi dicono che la pipa non la fuma più nessuno....
"Bohhh tieniti le tue adorate dunhill e pipe da snobe i tuoi tabacchi da bancarella del mercato" Cit. toscano f.e.

Cave Secretarium

www.studiolegaleciani.it