Autore Topic: Il fumatore di pipa  (Letto 119294 volte)

Ramon

  • Visitatore
Il fumatore di pipa
« Risposta #15 il: 15 Gennaio 2009, 11:33:16 »
Dear Marlon, per molti fumatori non c'è necessità di mettere ordine nel piacere personale, o di socializzare in nome di esso, ed il fumare la pipa diventa un'esperienza sensoriale che inizia e finisce con essi stessi, senza osmosi di alcun tipo verso l'altro. Sono molti i fumatori che non si identificano in nessun clichè ed in nessun personaggio del passato (storico o letterario) e che adottano comportamenti totalmente originali e che difficilmente troverebbero il consenso dell'accademia forumistica.
Mai pensato che, a questi, il compiaciuto o meno sguardo dell'altro fumatore di pipa, semplicemente dia fastidio? Che, nel loro modo di vivere la pipa, non ci sia voglia di confrontarsi e misurarsi?
Essi fumano come gli pare e viene naturale, senza preoccuparsi di interpretare correttamente un ruolo ed una tecnica che altri vorrebbero vedergli vestita addosso.
Normalmente io amo vedere le scene che hai descritto perché ritrovo quella divertente normalità quotidiana dell'appassionato che raramente traspira dai luoghi telematici dove, di consiglio in suggerimento, si passa da "quello no.." a "così si.." ecc... (nessun riferimento specifico).
Sicuramente, e non lo dico per provocare, l'antitesi a questa anarchia del piacere sono proprio i raduni specializzati tra cultori della pipa  dove la tecnica si affina e le competenze si inspessiscono insieme agli amici di turno. Esperienze edificanti per alcuni, banalmente tediose e ripetitive per altri.
Premesso tutto questo, la sola idea che possa esistere un "vero fumatore di pipa" (e quindi uno falso) non ha riscontro con la realtà dell'oggetto pipa che merceologicamente rimane un bene di consumo corrente e nulla più.
La pipa è in libera vendita e non richiede abilitazioni specifiche: ognuno, secondo la propria indole, saprà utilizzarla nel suo quotidiano come meglio crede; per paradosso anche non accendendola e tenendosela in mano per conforto psicologico. Anche se quella pipa non accesa costasse una follia essa non sarebbe sprecata, almeno per il suo proprietario.
Non ultimo, in un recente scambio di e mail con Tom Palmer (Peterson's), egli affermava più o meno che la pipa fosse appunto da intendersi come un oggetto da acquistare, consumare, rovinare, bruciare, sbattere contro qualcosa di duro, graffiare, smontare, modificare, dimenticare, rinnovare ciclicamente a seconda dell'ispirazione del momento...
Una visione quindi che prevede la massima duttulità dell'oggetto a favore delle mille nevrosi del fumatore di turno.
L'atteggiarsi a fumatore di pipa, pur non possedendo una tecnica "da gara", non dovrebbe pertanto suscitare meraviglia alcuna, anzi, a mio parere è molto più sano che stare a lambiccarsi il cervello per questioni legate al mondo del lentofumo socializzato e che nulla hanno a che vedere con l'intimo matrimonio tra individuo e pipa.
Ma, ripeto e concludo, ognuno segue il suo talento e probabilmente, nel corso degli anni, i percorsi personali inizialmente comuni diventano talmente diversi e distanti da rendere evidente il fatto che non esista una comunità-sensibilità globale di fumatori di pipa a meno che ognuno non si consideri una piacevole eccezione all'interno di qualcosa di indefinibile.

Offline coureur-des-bois

  • Gran Maestro Charatanico
  • *****
  • Post: 799
    • Mostra profilo
Il fumatore di pipa
« Risposta #16 il: 15 Gennaio 2009, 12:24:29 »
Parafrasando Wilde, si potrebbe dire che il fumatore di pipa  è quella persona che attraversa Londra da un capo all'altro della città, senza essere notato.
Bernardo
Amplius invenies in sylvis quam in scriptis

Offline DoctorPipe

  • Cavaliere del Perique Ben Pronunciato
  • *****
  • Post: 154
    • Mostra profilo
Il fumatore di pipa
« Risposta #17 il: 15 Gennaio 2009, 13:52:32 »
@ Ramon: bene, dopo la pipologia apofatica abbiamo la pipologia anarchica, individualista, solipsista.
 :P  :P
Scherzi a parte, mi sembra che l'argomento si stia bene sviscerando.
L'uomo è come un soffio, i suoi giorni come ombra che passa (Sal. 143,4)

Offline Cristiano

  • Moderatore globale
  • Sovrano Grande Pipatore Generale
  • *****
  • Post: 6883
    • Mostra profilo
    • http://www.studiolegaleciani.it
    • E-mail
Il fumatore di pipa
« Risposta #18 il: 15 Gennaio 2009, 15:40:24 »
concordo con Ramon
"Bohhh tieniti le tue adorate dunhill e pipe da snobe i tuoi tabacchi da bancarella del mercato" Cit. toscano f.e.

Cave Secretarium

www.studiolegaleciani.it

Offline Marlon

  • Apprendista dell’Accensione Fatua
  • ****
  • Post: 34
    • Mostra profilo
Il fumatore di pipa
« Risposta #19 il: 15 Gennaio 2009, 18:51:37 »
Ho letto tutto quanto avete scritto. Io però intendevo dire un’altra cosa. Ferma restando la libertà individuale di fumare come uno creda – anzi da questo punto di vista la pipa è sinonimo di personalità, di individualismo e di libertà (massì parliamo pure di “anarchia” nel senso di esaltazione dell’individuo e dell’apporto fondamentale di questo nella costruzione di una propria regola o via. In questo senso mai fu più azzeccato il detto “le style c’est l’homme”, intendendolo come “stile” di fumare) – ferma restando tale libertà, dicevo, ritengo che il mezzo stesso pipa imponga un minimo comun denominatore, ovvero un quid condiviso da tutti coloro che intendano fumarla. Minimo ma necessario per poter parlare di “fumare”.
D’accordo con il fatto che le comunità virtuali sono piene di persone che dànno consigli a destra e a manca al neofita, che spesso appare confuso e forse andrebbe guidato in modo più semplice e spartano, senza tanti lambiccamenti e radici quadrate sul calore raggiunto dal fornello in corso di fumata.. Però, come ha scritto Mificrozet, vi è chi fuma la pipa come una sigaretta e questo non credo si possa definire “fumare la pipa”.
Accendere in continuazione e tirare quattro boccate di numero, tra l’altro densissime come il fumo che esce da un camino, non so se si possa definire fumare. Ecco, questo intendevo dire. D’accordo libertà, ma alcuni non hanno la minima cognizione o conoscenza di base per poter approcciarsi a questo mezzo e neppure la ricercano. Forse un tempo era diverso: marinai, pescatori, contadini, montanari che fumavano, costituivano un esempio vivente, un manuale molto più valido di qualsiasi libro su come fumare la pipa.
Oggi, però, il discorso è tutt’altro.  Se io non leggo nulla sull’argomento, non conosco nessuno che la fuma, entro in tabaccheria, me ne compro una alla bell’e meglio, ci ficco dentro il tabacco, accendo e do quattro tirate, mi chiedo: è fumare?
La pipa richiede, in sé, un minimo di tecnica. Minimo ma, ripeto, necessario per poter trarne piacere. Ovviamente chi VUOLE fumarla, presto si informa, legge, osserva altri che la usano, chiede consigli, fa tesoro della propria esperienza, dei primi iniziali errori. Chi invece la compra per atteggiarsi, per darsi delle arie o un determinato tono e poi ci fa un po’ di boccate, non credo che gli interessi tanto il “lento fumo”. Penso che a lui interessi altro.
Ma forse ho sbagliato tutto prendendo come spunto della conversazione un individuo che mi è capitato di vedere e che, forse, costituisce una minoranza talmente esigua da doversi ritenere trascurabile o vicina allo zero in una già così esigua comunità di fumatori di pipa.
"Tutti questi popoli e tutte le cose dell’universo si uniscono a voi che fumate la pipa, tutti mandano le loro voci a Wakan Tanka. Quando pregherete con questa pipa pregherete per e con ogni cosa"
(da: Alce Nero, "La Sacra Pipa")

Offline M4tt0

  • Cavaliere Latakita
  • *****
  • Post: 236
    • MSN Messenger - mattiapetri@hotmail.com
    • Mostra profilo
Il fumatore di pipa
« Risposta #20 il: 16 Gennaio 2009, 01:10:54 »
Proprio oggi uscendo dalla biblioteca nazionale a Firenze vedo un signore appena fuori dalla porta a fumare la sua bella pipa riempita a Dunhill...il tempo di accendere la mia e ci siamo messi a parlare; beh come è saltato fuori da qualche post più sopra, siamo noi che siamo la minoranza, ci sono tanti (secondo me la maggior parte) che si dedicano alla sola fumata serale e quindi noi non vedremo mai...parlando a questo signore di Rtp e fumare la pipa, più che altro per aiutarlo per il ritrovamento dei tabacchi...lui dopo un po' spunta con: <<ma io sono un semplice fumatore di pipa...>> come dire, alla fine sto bene così. questo è un piacere che non vuole impegni; si è dichiarato ex fumatore di sigarette...e pensate non conosceva neanche Castellana, nè il Ricchi... eppure la sua fumata sembrava quasi perfetta, non ha quasi mai staccato la pipa di bocca e non gli si è mai spenta nell'arco di circa una mezz'oretta... eppure sembrerebbe che nessuno gli ha insegnato; secondo me, per molte cose nella vita, bisogna anche essere portati o saper arrivare prima a certe conclusioni e far bottino delle proprie esperienze...per fare un esmpio c'è chi ci mette 1 volta a capire che il tabacco non va pigiato alla morte, e chi non imparerà mai  :wink:
Mi meraviglio al solo pensiero che ancora riusciamo a meravigliarci

Offline DoctorPipe

  • Cavaliere del Perique Ben Pronunciato
  • *****
  • Post: 154
    • Mostra profilo
Il fumatore di pipa
« Risposta #21 il: 16 Gennaio 2009, 08:33:20 »
Citazione da: "Marlon"
Forse un tempo era diverso: marinai, pescatori, contadini, montanari che fumavano, costituivano un esempio vivente, un manuale molto più valido di qualsiasi libro su come fumare la pipa.


Nell'Inghilterra anni 20 fumava i 2\3 della popolazione, compresi donne e bambini; non tutti la pipa, ma certo era più diffusa di adesso. A quei tempi non c'era internet ma sicuramente esisteva quella che in Veneto chiamiamo Radio Serva: la chiacchiera, il passaparola, dove li mettiamo?
E' adesso che siamo in pochi che è più difficile trovare maestri (e allievi) fossanco per imparare (o insegnare) ad accendere e a caricare. E i tabaccai non sono mica sempre stati così, caro Marlon.
Per concludere, sono perfettamente d'accordo con Ramon quando afferma che molti pipatori non ne vogliono sapere di club, esposizione mediatica, confronto eccetera perchè la pipa deve rimanere, per chi lo vuole, una parentesi di libertà, in cui si fa quel che si vuole, non si è giudicati nè si giudica.
L'uomo è come un soffio, i suoi giorni come ombra che passa (Sal. 143,4)

Offline Cristiano

  • Moderatore globale
  • Sovrano Grande Pipatore Generale
  • *****
  • Post: 6883
    • Mostra profilo
    • http://www.studiolegaleciani.it
    • E-mail
Il fumatore di pipa
« Risposta #22 il: 16 Gennaio 2009, 09:35:55 »
Un tempo la pipa era popolare, perchè consentiva l'economizzazione del tabacco o il recupero delle cicche (vedasi il Sergente nella Neve o Una Giornata di Ivan Denisovic di Solgenitsin).
Oggi non è più così. Il fumatore delineato da Eppe Ramazzotti con ogni probabilità non esiste più. Esiste, invece, quello stupidotto e altero che stigmatizzò Turchetto.
"Bohhh tieniti le tue adorate dunhill e pipe da snobe i tuoi tabacchi da bancarella del mercato" Cit. toscano f.e.

Cave Secretarium

www.studiolegaleciani.it

Offline Aqualong

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 2240
    • Mostra profilo
    • http://www.pipe-aqualong.com/
    • E-mail
Il fumatore di pipa
« Risposta #23 il: 16 Gennaio 2009, 10:04:15 »
Le idealizzazioni dei fumatori di pipa,che arrivano dal passato ,antico o recente, sono quello che sono, foto romantiche di persone forse mai esistite,esempio:


Quindi secondo me non c'è un archetipo del fumatore,è sempre stato una persona comune,che vive la sua vita facendosi la sua padellata di cavoli suoi quaotidiana, in più fuma la pipa.
Sicuramente ci sono le eccezioni e se continuano a diminuire,poi, saranno da classificare fra i nostalgici,speriamo più tardi possibile.

Che tabacco avrà fumato il colonnello Mortimer??,qualcuno avrà avuto il coraggio di chiederglielo? 8O  :D  :D
Suerte!

Offline DoctorPipe

  • Cavaliere del Perique Ben Pronunciato
  • *****
  • Post: 154
    • Mostra profilo
Il fumatore di pipa
« Risposta #24 il: 16 Gennaio 2009, 11:37:43 »
Citazione da: "Cristiano"
quello stupidotto e altero che stigmatizzò Turchetto.

scusa l'ignoranza...di chi stai parlando?
L'uomo è come un soffio, i suoi giorni come ombra che passa (Sal. 143,4)

Offline Cristiano

  • Moderatore globale
  • Sovrano Grande Pipatore Generale
  • *****
  • Post: 6883
    • Mostra profilo
    • http://www.studiolegaleciani.it
    • E-mail
Il fumatore di pipa
« Risposta #25 il: 18 Gennaio 2009, 10:57:14 »
Turchetto scrisse, per Amici della Pipa, un prezioso libretto, ove, oltre a fornire dati di rara competenza tecnica, demolì l'immagine del fumatore snob, sempre in cerca della gran marca e della fiamma.
"Bohhh tieniti le tue adorate dunhill e pipe da snobe i tuoi tabacchi da bancarella del mercato" Cit. toscano f.e.

Cave Secretarium

www.studiolegaleciani.it

Offline DoctorPipe

  • Cavaliere del Perique Ben Pronunciato
  • *****
  • Post: 154
    • Mostra profilo
Il fumatore di pipa
« Risposta #26 il: 19 Gennaio 2009, 10:14:26 »
Citazione da: "coureur-des-bois"
Parafrasando Wilde, si potrebbe dire che il fumatore di pipa  è quella persona che attraversa Londra da un capo all'altro della città, senza essere notato.
Bernardo

Sfortunatamente non credo sia più possibile, almeno qui alle mie latitudini.
Non passa volta che io me ne vada per la città con la pipa che non sia oggetto non solo di sguardi curiosi, ma addirittura di commenti ad alta voce, specie di bambini:
"Guarda, mamma, uno colla pipa. Sai, non l'avevo mai vista una pipa".
E le ragazzine:
"Guarda, la pipa, che figata".
E non credo proprio che ad attirare lo sguardo su di me siano altri elementi, quali l'innata eleganza, la beltade e non ultima l'aureola di santità sul capo, visto che non credo di avere nessuna delle tre.

 :D
L'uomo è come un soffio, i suoi giorni come ombra che passa (Sal. 143,4)

Offline coureur-des-bois

  • Gran Maestro Charatanico
  • *****
  • Post: 799
    • Mostra profilo
Il fumatore di pipa
« Risposta #27 il: 19 Gennaio 2009, 10:20:32 »
Purtroppo le ragazzine, non sono più pane per i miei denti e farei la figura del vecchio bavoso oltrechè rischiare la galera! :lol:  :lol:
Bernardo
Amplius invenies in sylvis quam in scriptis

Offline mificrozet

  • Cavaliere di San Dunillo
  • *****
  • Post: 1173
    • Mostra profilo
    • http://www.tippete.it
Il fumatore di pipa
« Risposta #28 il: 19 Gennaio 2009, 11:13:55 »
Le ragazzine, per fortuna hanno le mamme, le quali devo dire, non hanno reazioni diverse.

 :lol:  :lol:  :lol:
Inglesi ... gente che correva nuda dietro una marmotta quando noi già s'accoltellava un Giulio Cesare !

Offline coureur-des-bois

  • Gran Maestro Charatanico
  • *****
  • Post: 799
    • Mostra profilo
Il fumatore di pipa
« Risposta #29 il: 19 Gennaio 2009, 13:49:17 »
Ormai vado verso le nonne, se proprio dice bene, mi può toccare qualche zia!  :lol:
Bernardo
Amplius invenies in sylvis quam in scriptis